A cura della Redazione
Rifiuti, si cambia. Arriva il «Porta a Porta» «Entro il 2011 contiamo di estendere la raccolta differenziata “porta a porta” sull’intero territorio comunale». E’ quanto auspicato dal presidente della Oplonti Multiservizi, Michele Cuomo, in occasione di una conferenza stampa a Palazzo Criscuolo tenutasi martedì mattina. Un incontro con i giornalisti al quale hanno preso parte, oltre a Cuomo, l’ing. Bruno Orrico, capo dell’Ufficio Tecnico Comunale, Giovanni Conte, coordinatore generale della Oplonti Multiservizi, Sabato Palmieri, responsabile della raccolta differenziata, Annarita Mastromarino, responsabile tecnico ambientale Oplonti Multiservizi, e Ciro Servillo, che ha curato la campagna promozionale dell’iniziativa. Assenti il sindaco Giosuè Starita, impegnato in Prefettura nella difficile risoluzione della questione lavoro, e l’assessore all’Ambiente, Vincenzo Ascione, la cui presenza, però, era stata annunciata. “Mettitevèllo ‘ncapo... Spartuta a munnezza addeventa ricchezza”, “Torre è casa tua. La tua collaborazione è indispensabile”, sono questi gli slogan scelti dall’Amministrazione per presentare la campagna di raccolta differenziata “porta a porta” che porterà altre 2 mila e 800 famiglie ad usufruire del servizio. «Alle 4 mila e 400 famiglie che già la effettuano - spiega l’ing. Orrico -, se ne aggiungeranno circa tremila. In questi giorni, oltre cinquanta giovani della cooperativa “La Progetto e Futuro”, muniti di tesserini di riconoscimento, busseranno alle porte delle abitazioni di corso Umberto, via Vittorio Veneto e Rovigliano per distribuire il kit composto dalle buste per la raccolta dei rifiuti, da una biopattumiera di 10 litri e dai carrellati (per i condomini, ndr), oltre al materiale informativo che abbiamo preparato. Vorrei sottolineare l’impegno dell’Amministrazione in questo progetto - prosegue il dirigente UTC -, con un esborso di 200 mila euro. A questi debbono sommarsi i fondi regionali e provinciali ottenuti dalla nostra città, inserita da una Commissione della Regione Campania tra le duecento località che, al 31 dicembre 2007, avevano raggiunto quota 25 per cento di raccolta differenziata. Tali somme, che si aggirano sul milione di euro, hanno consentito di acquistare otto automezzi, poi trasferiti in comodato d’uso alla Multiservizi, da utilizzare per la raccolta differenziata». Le buste saranno di quattro tipi differenti di colore: celeste per plastica, alluminio ed acciaio (giorni di deposito lunedì e venerdì), nere per il rifiuto secco-indifferenziato (giorni di deposito lunedì, mercoledì e venerdì), bianche per l’umido (giorni di deposito martedì, giovedì e domenica) e gialle paglierino per carta e cartone (giorni di deposito mercoledì e domenica). Il vetro dovrà essere, invece, conferito presso i contenitori gialli stradali, che presto verranno sostituiti dalle campane. Tutti i rifiuti vanno depositati nei bidoni carrellati da posizionare all’esterno del condominio dalle ore 20 alle ore 24. Con questa nuova tranche di distribuzione dei kit, che ha preso il via il 26 novembre, circa il 50 per cento della città effettuerà il “porta a porta”. Contestualmente, verranno completamente eliminati nelle zone interessate i contenitori stradali. L’obiettivo è quello di garantire la copertura totale del territorio entro il 2011. «Affinché la raccolta differenziata abbia successo - afferma il presidente Cuomo - occorre la collaborazione fra cittadini, Amministrazione e Multiservizi. Grazie al lavoro dei vigili urbani sarà possibile, inoltre, sanzionare chi non rispetta il calendario di deposito dei rifiuti, cosa che è stata già fatta in diversi occasioni. Solo attraverso questa sinergia si potranno ottenere successi che consentiranno anche di ridurre l’imposizione tributaria. Fare la raccolta differenziata, nel modo migliore, è un bene per l’intera collettività». Coloro che già la effettuano, a partire da lunedì 6 dicembre, potranno ritirare altri kit, qualora li abbiano esauriti, presso gli uffici comunali dello stadio Giraud previa consegna di un documento di riconoscimento. «Questo è un ulteriore strumento a vantaggio dei cittadini onesti - dice Orrico -. Ovviamente, in tal modo potremo effettuare controlli incrociati e capire anche chi evade la tassa sui rifiuti». Per quanto riguarda gli ingombranti, la società Oplonti Multiservizi ha attivato già da tempo un numero verde (800.71.97.69) da chiamare per il ritiro a domicilio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12. Ma c’è un’altra novità. Agli inizi di dicembre diventerà funzionante l’isola ecologica di via Roma, dove si potranno depositare, oltre agli ingombranti, anche i RAEE (apparecchi elettronici ed elettrici in disuso), la carta ed il vetro. «Contiamo di eliminare gradualmente il ritiro a domicilio - auspica Cuomo - e responsabilizzare di più i cittadini. Dovranno essere loro a portare i rifiuti all’isola ecologica. Così riusciremo ad abbattere notevolmente i costi e ad abbassare, conseguentemente, la tassa sui rifiuti». In ultimo, va detto che la percentuale di raccolta differenziata, a Torre Annunziata, nell’ultimo mese è stata pari al 27 per cento. Entro dicembre 2010 bisognerà raggiungere il 35 per cento, altrimenti il Comune potrebbe essere sanzionato. In pratica, verrebbe a costare di più il conferimento in discarica e, di conseguenza, sarebbe improbabile una riduzione dei costi e, soprattutto, della TIA (Tariffa igiene ambientale, ex Tarsu). Impegnamoci, dunque, a fare la raccolta differenziata. Per avere una città ed un ambiente più puliti, più a misura d’uomo, e, perché no, per pagare di meno! DOMENICO GAGLIARDI (Dal settimanale TorreSette del 3 dicembre 2010)