A cura della Redazione
Discarica, le Mamme Vulcaniche chiedono di replicare a Silvio Berlusconi Una nottata tranquilla è stata quella appena trascorsa sui luoghi della protesta antidiscarica. Nonstante la pioggia battente, l´arrivo del primo freddo di stagione, i manifestanti, armati, come sempre, di coraggio e di costanza, continuano a presidiare notte e giorno i luoghi oramai simbolo della lotta contro la discrica del Vesuvio. Alcune novità giungono sull´incidente accaduto nei giorni scorsi sulla rotonda di via Panoramica, dove un autocompattatore diretto a cava Sari ha investito due persone ferendole. Il mezzo circolava, come spesso è accaduto anche per altri durante i due mesi di lotta, senza il bollo assicurativo. I comitati, in merito, hanno deciso di procedere con azioni legali in quanto è inammissibile, anche in periodo di particolari emergenze, che ccadano cose del genere. Intanto, si elevano le proteste e lo sconcerto legate all´intervento telefonico di ieri sera del Premier Silvio Berlusconi durante la trasmissione "Ballarò" di Rai Tre. L´azione del Capo del Governo viene definita dai manifestanti fuori luogo e priva di ogni verità. Nessuna delle promesse fatte è stata mantenuta, sostengono i cittadini. Basta aggirarsi sui luoghi delle proteste, dove gli olezzi non hanno mai abbandonato manifestanti e forze dell´ordine, e per le vie cittadine per averne la conferma. In risposta, il comitato "Mamme Vulcaniche" è intenzionato a chidere a Giovanni Floris, conduttore del programma, il diritto di replica su quanto affermato dal Presidente del Consiglio. V. M.