A cura della Redazione
Tarsu 2009, la replica dell´amministrazione comunale Pubblichiamo la nota inviata dall´assessore al Bilancio, Vincenzo Ascione, e dal dirigente dei Servizi Finanziari del Comune di Torre Annunziata, Nunzio Ariano, in cui si espone la posizione dell´Amministrazione comunale sulla tematica Tarsu 2009. Egregio direttore, sono state introdotte sui giornali locali, contestazioni e denunce riguardanti presunte irregolarità relative alla tariffa Tarsu 2009. Le questioni dibattute attengono sostanzialmente a due aspetti: il primo riguarda la notifica degli atti, il secondo i tempi di approvazione delle tariffe. Per quanto riguarda la presunta irregolarità delle cartelle di pagamento, in conseguenza delle modalità di notifica, tengo a precisare che per la notificazione delle cartelle di pagamento vanno richiamate le disposizioni di cui all’art. 26 del D.P.R. n° 602/73, secondo il quale le notificazioni delle cartelle possono essere eseguite anche mediante l’invio di raccomandata con avviso di ricevimento. In merito, l’orientamento - anche giurisprudenziale - non prevede assolutamente la redazione della relata di notifica (la dichiarazione da parte del notificatore che attesta la data, l’ora ed il luogo di consegna dell’atto nelle mani del destinatario o di soggetti terzi autorizzati e identificati, ndr), in quanto, se agli atti vi è la prova che la cartella è stata spedita con raccomandata r.r. e che la stessa è stata consegnata personalmente al destinatario o ad uno dei soggetti abilitati a riceverlo, il vizio afferente la mancata redazione della relata non è affatto configurabile. Vana è altresì la contestazione circa l’approvazione, con diciotto giorni di ritardo, della delibera delle tariffe 2009, e se ne si rileva l’assoluta infondatezza. L’approvazione porta, infatti, la data del 25.05.2009 giusta Delibera di G.M. n° 149 resa immediatamente eseguibile. Quindi in anticipo rispetto al previsto termine del 31 maggio 2009. In uno a tanto, va poi sottolineato che il Comune è stato obbligato – dall’art. 7 del D.L. n° 61/07, convertito in legge n° 87/07 – ad applicare misure tariffarie tali da garantire la copertura integrale dei costi di gestione del servizio di smaltimento dei rifiuti, che ammontano a complessivi euro 7.639.057,64 di cui euro 5.425.106,16 quale costo di smaltimento e spazzamento delle strade e piazze da trasferire alla società Oplonti Multiservizi S.p.A. nella qualità di gestore del servizio. VINCENZO ASCIONE Assessore al Bilancio dott. NUNZIO ARIANO Dirigente Servizi Finanziari (Dal settimanale TorreSette del 5 novembre 2010)