A cura della Redazione
Vertice in Prefettura: congelata la decisione di aprire Cava Vitiello Sospeso a tempo indeterminato il progetto per una discarica a Cava Vitiello a Terzigno, bonifica immediata della ex Cava Sari che resterà aperta fino a esaurimento e l´impegno di Guido Bertolaso, capo della Protezione civile, a presentare in Parlamento la richiesta di escludere Cava Vitiello dalla legge del 2008. È il documento stilato nel vertice nella Prefettura di Napoli tra lo stesso Bertolaso, il governatore della Campania Stefano Caldoro, il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, e i sindaci dei Comuni vesuviani interessati dalla apertura del secondo invaso. Il documento tecnico prima di essere sottoscritto definitivamente dalle parti sarà sottoposto all´esame delle popolazioni interessate. Cava Vitiello resta però tra i siti indicati nella legge. Nel corso del vertice in Prefettura a Napoli «non si è mai discusso di escludere la discarica di Cava Vitiello dai siti indicati e previsti dalla «legge 123» del 2008. Lo si apprende da fonti del Dipartimento della Protezione civile, che sottolineano come si stia invece ancora discutendo delle altre ipotesi che sono state messe sul tavolo.