A cura della Redazione
Protesta anti-discariche, gli appelli di Langella e mons. Depalma Notte tranquilla a Terzigno. Dopo gli scontri dei giorni scorsi e la protesta dei cittadini contro la paventata apertura della seconda discarica di rifiuti nella cava Vitiello, le centinaia di persone che hanno affollato la rotonda di via Panoramica hanno manifestato il loro disappunto in modo pacifico. La polizia ha continuato a scortare gli autocompattatori che sversano nell´ex cava SARI. Durante la veglia di ieri sera in piazza Pace a Boscoreale, con il vescovo di Nola, Beniamino Depalma, c´erano migliaia di cittadini che hanno ascoltato le parole del prelato. Depalma ha ribadito il suo "no alla morte, allo scempio già realizzato sul territorio e che si vuole ulteriormente realizzare", sottolineando l´importanza di portare avanti la protesta in maniera pacifica. Un invito che è stato accolto positivamente dal primo cittadino di Boscoreale, Gennaro Langella (nella foto): "Stiamo assistendo ad una straordinaria partecipazione della città - ha riferito il sindaco all´Ansa - che dalle prime delle ore della mattinata sembrava spettrale a causa della chiusura di ogni attività e che si è ravvivata con la presenza di migliaia di cittadini, a cominciare dai bambini, che stanno sfilando per le strade per rivendicare il diritto alla salute. Voglio dire grazie a tutti per la vicinanza e la solidarietà manifestataci in giorni difficili. La battaglia va avanti - conclude Langella - finché non avremo sventato definitivamente il pericolo della apertura della seconda discarica".