A cura della Redazione
Anticipo-addebito consumi, stop alle maggiorazioni sulle bollette Gori Stop alle bollette dell’acqua maggiorate e via libera ai rimborsi per chi ha già pagato: l’Ente d’Ambito Sarnese Vesuviano e la Gori, gestore del servizio idrico, hanno raggiunto un’ intesa. Annullate le famigerate maggiorazioni per “anticipo - addebito consumi” che, inserite nelle fatture di agosto, avevano scatenato migliaia di proteste da parte di utenti, associazioni e sindaci. È il senatore Carlo Sarro, presidente dell’Ente d’ambito che “copre” 76 comuni delle province di Napoli e Salerno, a comunicare la novità dell’ultimo minuto: «Abbiamo raggiunto un’ intesa - spiega Sarro - con la Gori per il blocco dell’addebito per anticipo consumi. Chi non ha ancora effettuato il versamento potrà recarsi presso gli sportelli dell´azienda e ritirare un nuovo bollettino postale dal quale sarà eliminato l´addebito in questione. Chi invece ha già pagato potrà chiedere il rimborso, attraverso una apposita modulistica». Dunque, si chiude positivamente una vicenda tormentata: l’addebito per anticipo consumi sulle bollette di decine di migliaia di famiglie, in media circa 56 euro per ogni utenza, poteva essere applicato solo ai nuovi contratti e non a quelli già in essere. Invece, la Gori aveva inviato le bollette “maggiorate” a tutti: ecco perché si era scatenata una forte protesta. Era stato lo stesso presidente Carlo Sarro a sottolineare al Corrieredelmezzogiorno.it che una corretta interpretazione del regolamento chiariva che l’addebito della discordia poteva essere fatturato solo ai nuovi contratti. Ora, si attende una comunicazione formale da parte dell’azienda, che dovrebbe arrivare nelle prossime ore. L’Amministratore delegato della Gori, Giovanni Marati, conferma: «L’anticipo consumi addebitato nelle recenti fatture sarà oggetto di compensazione con le prossime emissioni, che recepiranno anche le eventuali modifiche del regolamento. Invitiamo pertanto gli utenti, nel caso in cui non volessero attendere la prossima fatturazione per la compensazione, a recarsi, a partire da giovedì 23 settembre, presso gli sportelli Gori per ritirare il bollettino per il pagamento delle fatture al netto dell’adeguamento dell’Adan». CARLO TARALLO