A cura della Redazione
Si accendono le telecamere in città. In funzione quattro occhi elettronici Torre Annunziata sotto l’occhio delle telecamere. Finalmente, sono entrate in funzione le apparecchiature destinate al monitoraggio costante della città. Il primo lotto del sistema di videosorveglianza, realizzato dallla Tess-Costa del Vesuvio SpA con l’utilizzo di fondi comunali e regionali, è stato attivato nei giorni scorsi. Inizialmente, saranno quattro gli “occhi elettronici” che scandaglieranno quotidianamente tutto ciò che accade per le strade cittadine. Successivamente, saranno operative altre cinque telecamere, di cui quattro installate mediante fondi interamente stanziati dal Comune oplontino, che consentiranno di osservare l’intero territorio. Grazie a questi dispositivi, collegati ad una regìa centrale istituita presso il comando di polizia municipale di piazza Nicotera, verrà monitorata principalmente la viabilità, ma anche l’ordine pubblico. Quindi, i cittadini dovranno fare attenzione a non violare il codice della strada perché potrebbero essere individuati e sanzionati. Un deterrente, dunque, alle continue infrazioni che ogni giorno caratterizzano le arterie viarie. Non sarà più possibile percorrere una strada contro senso, invadere i marciapiedi da parte degli scooter, sorpassare laddove è proibito. I controlli saranno severi e minuziosi. Con un semplice clic del mouse, si potrà azionare lo zoom, cambiare la direzione dell’obiettivo della telecamera e realizzare fermi immagine. Il tutto, senza violare la privacy. I dati raccolti, infatti, verranno utilizzati solo ai fini di indagini. A breve, poi, sarà creato un sistema di collegamento tra tutte le forze dell’ordine presenti sul territorio, al fine di attuare uno scambio di informazioni per rendere maggiormente efficace l’intero apparato. Nove, per adesso, saranno i punti monitorati dall’occhio elettronico: le telecamere sono presenti all’incrocio tra via Prota, via Nazionale e corso Umberto I, all’altezza del Tribunale, all’incrocio con via Gambardella e via Mauro Morrone, all’altezza di via dei Mille e dell’incrocio tra corso Umberto e via Poerio, ed in prossimità di piazza Cesàro. Scendendo lungo corso Vittorio Emanuele III, altre telecamere si trovano nei pressi di piazza Nicotera fino ad arrivare a piazza Matteotti. Si tratta di un sistema altamente innovativo, in grado di consentire alle telecamere di ruotare ad angolo giro e di individuare, attraverso un potente zoom, le targhe dei veicoli e perfino il labiale. Laddove sono posizionate nelle vicinanze degli incroci, le telecamere riescono a visionare anche le strade adiacenti. Soddisfatto l’assessore alla Sicurezza Urbana, Giuseppe Auricchio, che si è battuto insieme al sindaco Giosuè Satrita affinché venisse allestito il sistema di videosorveglianza. «La seconda parte dell’intervento - ha dichiarato l’esponente di giunta - sarà eseguita a breve, non appena arriverà l’ok dell’Enel per la fornitura elettrica. Dopo numerosi sollecitazioni, sembra esserci la disponibilità al completamento dell’opera». BENNI GAGLIARDI Dal settimanale TorreSette del 22 gennaio 2010