A cura della Redazione
Primo raduno dei "Torresi nel Mondo", emigrati anche dall´Argentina Primo raduno dell’Associazione “Torresi nel Mondo” nella Basilica della Madonna della Neve. La santa messa, officiata da mons. Raffaele Russo, in una chiesa gremita di fedeli, ha dato inizio al cerimoniale di questo primo incontro, fortemente voluto dal “tedesco” Oscar Guidone e dalla compagna Brigitte Zentis. Emozionatissimo, vestito con giacca e pantaloni bianchi che mettevano in risalto la sua abbronzatura made in Lido Azzurro, Oscar prendeva la parola ed era un fiume in piena. “Come voi tutti sapete sono Oscar Guidone, torrese purosangue, trapiantato da 41 in Germania nella Foresta Nera, ad Emmendingen. Sì, sono di Torre Annunziata e me ne vanto. Sono orgoglioso di questa mia città (Oscar ha mantenuto la cittadinanza italiana e la residenza nella cittadina oplontina, ndr) e l’amo dal profondo del mio cuore. Sono consigliere comunale in Germania – ha proseguito -, addetto alla cultura ed allo sport. Il governo italiano cinque anni fa mi ha nominato “Cavaliere della Repubblica”, il nostro caro sindaco mi ha conferito la nomina di ambasciatore torrese all’estero, insegno in Germania la nostra bellissima lingua all’Università popolare (Volkshochschule) e qualche volta ci scappa pure qualche parolina torrese. Oggi, qui, ai piedi della Madonna siamo giunti da tanti parti del mondo. Dal mio cuore di emigrato nostalgico è nata l’idea di creare un’associazione di tutti i torresi sparsi nel mondo intero. In un batter d’occhio il progetto è riuscito alla grande! Tantissimi, più di mille gli iscritti e questo grazie anche alla cassa di risonanza del sito www.torresette.it, punto di riferimento di tutti i torresi sparsi per il globo, che mi è stato vicino sin dal primo momento ed ha creduto fortemente in questo mio progetto”. Alla fine del discorso, Oscar, visibilmente emozionato, ha ricevuto un’ovazione dal pubblico che gli ha tributato un applauso interminabile. La seconda parte della cerimonia si è svolta all’interno del chiostro dell’ex Orfanotrofio. Il presidente Oscar ha consegnato la medaglie commemorative di questo primo raduno dell’Associazione “Torresi nel Mondo”. La prima a riceverla è stata Brigitte Zentis, l’attuale compagna di Guidone. “Se non ci fosse lei accanto a me – ha affermato Oscar – mi sentirei un uomo perso. Una donna stupenda, paziente, tuttofare, dalle mille risorse”. Poi è stata la volta del dott. Antonio Gagliardi, fondatore dei due organi di informazione TorreSette e torresette.it. “Ringrazio l’amico Oscar per questo riconoscimento – ha esordito -. Siamo ben felici di mettergli a disposizione i nostri mezzi per diffondere nel mondo il progetto da lui ideato. Continueremo questa nostra collaborazione creando sul sito un’apposita sezione riservata ai torresi nel mondo, dopo l’iniziativa della chat che tanto successo ha riscosso tra i nostri emigrati”. Il cerimoniale è poi proseguito con la consegna della medaglie alle istituzioni presenti (il sindaco Giosuè Starita, l’assessore Maria Elefante, il rettore della Basilica mons. Raffaele Russo, il presidente della Proloco Ciro Maresca,); agli amministratori dell’associazione (Vincenzo Nastri, Martino Agnello, Vincenzo Marasco e Antonio Papa); agli sponsor della manifestazione (Pastificio Setaro, Cantine Russo del Vesuvio, Bed and breakfast "Il giardino di Tonia"). Inoltre sono stati omaggiati: Salvatore Lucherini, dell’omonima società di trasporti; Giovanni De Falco, guida turistica; Giovanni Farnese del gruppo folklortistico ‘O Pazzariello; Secondo Rossi, calciatore del Savoia degli anni ’50; Angelo Guida, figlio di emigrati torresi proveniente dall’Argentina. Della buona musica, un assaggio di pasta ed una melonata hanno abbassato definitivamente il sipario su questo primo raduno dei torresi nel mondo. Appuntamento al prossimno anno. ENZA PERNA (Nella foto in "bianconero", Oscar Guidone con mons. Raffaele Russo) FOTO GALLERY