A cura della Redazione
Festa del 5 agosto. La città si prepara all´evento Il popoloso quartiere dell’Annunziata di Torre Annunziata si prepara a celebrare, il prossimo 5 agosto la festa in onore di Maria SS della Neve, patrona della città. Monsignor Raffaele Russo, rettore della Basilica, in tutt’uno con i componenti dell’attivissimo Comitato Festa, ha voluto che quest’anno il quartiere diventasse il vero protagonista dell’evento, ritrovando nella fede e nella fiducia del futuro la volontà di un suo profondo cambiamento. Il quartiere che crebbe intorno alla chiesa eretta da Niccolò D’Alagno, le cui strade hanno ospitato nei secoli famiglie di pastai e pescatori, artigiani, mercanti e navigatori di ogni dove, il borgo con suoi teatri e la sua cultura, il suo benessere e la sua prosperità, ripercorre l’antica, onesta e sana laboriosità stringendosi intorno alla Santa Patrona. Sono cinque le giornate di festeggiamenti in programma che si terranno in Piazza Pace dal 4 all´8 agosto, con un alternanza di momenti musicali, di teatro e gastronomici. Durante le serate canore è infatti prevista anche una “Sagra del pesce” organizzata dalle cooperative dei pescatori e dall’Associazione dei Commercianti di Torre. Il Gruppo Culturale di Angri guidato dalla professoressa Maria Mosca, sarà presente con figuranti vestiti in abiti medievali che racconteranno la storia del ritrovamento del Quadro della Madonna nel corso della Sagra del pesce. EVENTI Si comincia il giorno 4, protagonisti i bambini dell’Annunziata con lo spettacolo “Carosello napoletano” preparato dai giovani educatori dell’attivissimo oratorio dell’Ave Gratia Plena. Un oratorio in cui le energie dei bambini del difficile quartiere vengono veicolate in argini positivi di fede e valori, impegno e solidarietà. Lo spettacolo in programma, ben curato e messo in scena arricchito dall’entusiasmo e dal talento dei giovanissimi interpreti, è il segno più tangibile di come in una realtà come quella torrese possa rinascere la fiducia nel cambiamento purchè ogni cittadino, con le istituzioni in testa, svolga la sua piccola ma importantissima parte. Subito dopo lo spettacolo dei ragazzi si esibirà una scuola di ballo. Il 5 agosto è il giorno più atteso. E’ il giorno in cui il quadro della Madonna della Neve fu ritrovato e da cui prese il nome. Come ogni anno sarà messa in scena sul litorale di Rovigliano la rappresentazione del ritrovamento con i pescatori torresi che interpretano i loro antenati del tempo. Si tratta di un evento che si rinnova di anno in anno e che nella volontà dei suoi attori va oltre la finzione puramente scenica, proponendosi come un vero e proprio momento di preghiera e di devozione verso la Patrona da parte degli uomini di mare. E´ un momento fortemento atteso e di straordinaria attrazione che coinvolgerà migliaia di fedeli, provenienti non solo da Torre, che assisteranno all´evento dal litorale di Rovigliano e dalle centinaia di cianciole, paranze , tonnare e imbarcazioni da diporto che da sempre accompagnano la processione a mare. Una rappresentazione che è la metafora della storia di profonda devozione mariana della città oplontina che ritrova nelle maglie della rete dei marinai la pesca più importante: un quadro raffigurante la Madonna bruna che avrebbe salvato la citta fermando più volte, nel corso dei secoli, i saraceni e la minacciosa lava del Vesuvio. Al termine della rappresentazione ci sarà la processione a mare al seguito della Madonna, ospitata a bordo di una tonnara, che proseguirà da Rovigliano fino a Capo Oncino, toccando il limite nord di Torre Annunziata, e tracciando con le luci delle barche, nelle lunghe ombre del tramonto, un percorso di fede e di speranza per i giorni futuri. Il giorno 6 agosto andrà in scena "Proprie ´e te", una breve rappresentazione scritta da Pasquale Cirillo, un 56enne autore di Torre Annunziata, e interpretata dalla compagnia "Media Musical" di Torre del Greco. Le canzoni sono state affidate al bel canto di Natalino Rocco. La storia si ispira al periodo immediatamente successivo al ritrovamento del quadro. Un giovane pescatore,"Vicienzo o´ scurnuse", resta folgorato dalla bellezza dell´effigie della Madonna e si innamora dedicando versi e musica alla Madonna. Il cantautore Mario Maglione ha concesso l´uso della musica di "Preghiera e piscatore " (versi di Benedetto Casillo) per la particolare serata. Seguirà lo spettacolo di Nello Caso in “Canzoniere napoletano” e lo show dei Parrucchieri di Torre Annunziata. Il 7 agosto è di scena la voce di Tony Marciano con un concerto che vede la partecipazione di Francesca Palumbo. L´8 agosto la festa chiude con un evento particolare. Sono attesi sul sagrato della Basilica i "Torresi nel Mondo" capitanati dal presidente Oscar Guidone. Un´idea lanciata su Facebook ha consentito di far ritrovare tutti i torresi sparsi in ogni latitudine del globo. Dopo la Santa messa, grande festa nell´Oratorio per tutti i torresi che pur vivendo lontano da Torre non hanno mai dimenticato la loro città e le sue tradizioni storiche e religiose.