A cura della Redazione
Lo Stretto di Gibilterra, nuova sfida per Salvatore Cimmino Tutto pronto per la seconda tappa del giro d’Europa a nuoto di Salvatore Cimmino. Lo stretto di Gibilterra sarà il difficile palcoscenico della nuova impresa dell´atleta disabile di Torre Annunziata. Dal 22 al 30 maggio, il nostro “eroe” sarà ospite di Punta Olivares in Spagna. Qui, il tecnico Rafael Gutiérrez Mesa dell’Asociación de Cruce a Nado del Estrecho de Gibraltar, non appena le condizioni metereologiche saranno favorevoli, gli darà l’OK per la traversata di circa 17 Km. Cimmino, partendo dalla località spagnola vicino a Siviglia, dovrà approdare a Punta Lires in Marocco, affrontando forti correnti marine ed una temperatura che varia dai 15 ai 22 gradi. In questo suo nuovo impegno sportivo, il quarantacinquenne disabile privo dell’arto inferiore destro, sarà assistito dal tecnico spagnolo Gutiérrez dell’associazione de Cruce a Nado, dalla Polizia Marittima Spagnola e dalle autorità militari navali marocchine. Raggiunto telefonicamente al Circolo Aniene di Roma, il campione torrese, reduce dalla prima tappa dello stretto di Messina, ha nuovamente ribadito il suo messaggio per “un mondo senza barriere”, sottolineando ancora una volta e con grande orgoglio i suoi natali torresi e con lo stesso sentimento vuole “portare i colori oplontini in quell’arcaico luogo dove gli antichi pensavano che lì, tra le Colonne d’Ercole, finisse il mondo”. Partenza il 21 pomeriggio dall’aeroporto San Giusto di Pisa con destinazione Siviglia, dove ad attendere la carovana italiana ci saranno le autorità civili e militari della vicina Spagna. Salvatore Cimmino, il 30 e il 31 maggio, sarà nuovamente nelle acque di Torre Annunziata per allenarsi in vista della Capri-Napoli del 21 giugno. PAOLO BORRELLI