A cura della Redazione
Ex area Dalmine: ecco il Polo Hi Tech Sarà inaugurato venerdì 24 aprile, dal gruppo Its, il nuovo centro tecnologico ricavato nell´area ex Dalmine a Torre Annunziata. Il Centro tecnologico dispone di laboratori di sviluppo software, centro servizi per le Tlc, centro di formazione, auditorium, centro di ricerca, hub satellitare e data center. Trecento gli addetti altamente specializzati impiegati nella struttura. Il lavoro di ristrutturazione dell´impianto industriale di via Terragneta, che all´epoca del suo insediamento, nel 1952, già rappresentava un esempio di eccellenza operativa nel settore siderurgico, testimonia l´impegno di Itsnel programma di riqualificazione e rilancio dell´area industriale di Torre Annunziata. "La scelta di Torre Annunziata – spiega Pietro Altieri, presidente di Its - vuole essere soprattutto una scommessa e una sfida. Una scommessa per fare la nostra parte, come imprenditori, per il rilancio del territorio, puntando soprattutto a coniugare i nostri sforzi, in termini di investimento, con l´azione pubblica di pianificazione territoriale in termini di infrastrutture e servizi. Una sfida, in quanto il lavoro e l´innovazione rappresentano due leve determinanti per far ripartire un territorio troppe volte identificato erroneamente come sinonimo di degrado e malessere sociale". Così, l´ex stabilimento Dalmine ospita oggi il più completo polo Ict nel Mezzogiorno: in un moderno edificio di 5.000 metri quadrati trovano spazio le unità di sviluppo software, applicazioni e servizi broadband, un centro di formazione, il data center e il nuovo hub satellitare. Nell´ex fabbrica siderurgica, oggi dotata di un capiente auditorium, accanto all´area produzione sono collocati anche i laboratori di ricerca degli atenei campani. L´inaugurazione di oggi segna anche una nuova tappa nella crescita di Its, che oggi conta circa 500 unità, di cui circa 300 operanti nel nuovo centro di via Terragneta. Risale al 1998 l´accordo con Ericsson; nel 2000 Its stringe una partnership con Accenture per la realizzazione di una new company specializzata nello sviluppo software; nel 2002 si segnala l´acquisizione del Criai, Centro ricerche per l´informatica e l´automazione industriale. Il 2003 è l´anno dell´acquisto da Italtel del centro di ricerche di Santa Maria Capua Vetere; nel 2007 si assiste ad un´analoga operazione con il ramo d´azienda ex Marconi, con sede a Ivrea, specializzato nel network management per operatori di Tlc. Tra le acquisizioni, quella di maggior rilievo è senza dubbio datata 2006, quando il gruppo Its rileva da Telecom Italia il settore Radiomarittimi: nasce così Its-Sms, Servizi marittimi e satellitari, realtà affermata nel mondo armatoriale. Il nuovo centro di Torre Annunziata è stato presentato oggi nel corso di una conferenza stampa in programma all´Unione Industriali di Napol. Oltre ad Altieri, sono intervenuti il presidente del Gruppo Piccola Industria dell´Unione Industriali di Napoli, Bruno Scuotto, quello della sezione "Ict" dell´Unione Industriali di Napoli, Sergio De Falco, l´amministratore delegato di Tess Costa del Vesuvio, Leopoldo Spedaliere e il presidente del Criai Giorgio Ventre.