A cura della Redazione
Emergenza rifiuti: ecco la situazione attuale Gira e rigira, l´argomento più gettonato è sempre la monnezza. Molti nostri visitatori, e tantissimi cittadini, ci chiedono qual è la situzione attuale a Torre Annunziata. Presto detto. Come tutti ormai sanno, da lunedì 11 l´esercito, con l´ausilio di automezzi e pale meccaniche, sta ripulendo alcune zone della nostra città: mercato ittico, traversa Andolfi e via Settetermini. Vi rimarrà fino a domani, giovedì 14 febbraio, per completare la pulizia in quest´ultima strada. Alla fine avrà prelevato in tutto 120 tonnellate, pari a 30 tonnellate al giorno. Nel contempo la Multiservizi è stata autorizzata a conferire 60 tonnellate di spazzatura al giorno al Cdr di Pianodardine e 20 alla discarica di Giugliano, per un totale di 80 tonnellate al giorno, anche se non sempre la discarica di Giugliano è funzionante. Abbiamo raccolto, al riguardo, una dichiarazione del sindaco Giosuè Starita: "Alcune parti della città ora sono pulite - afferma -. Il nostro intento è quello di continuare a rimuovere i rifiuti in queste zone e nel contempo allargare sempre più la fascia d´azione. Mentre prima la città produceva 65 tonnellate di rifiuti al giorno, ora, con una maggiore sensibilità verso la raccolta differenziata, ne produce 50. Ho avuto garanzie dal Commissariato - continua Starita - che la prossima settimana ritornerà l´Esercito a Torre per ripulire altre zone della città. Se proseguiamo con questo ritmo, la situazione dovrebbe migliorare sensibilmente nelle prossime settimane. Se poi tra breve aprirà la discarica di Marigliano, allora in quattro-cinque giorni rimuoveremo tutti i rifiuti dalle nostre strade. Voglio approfittare del vostro blog - prosegue il sindaco - per assicurare la cittadinanza che non c´è e non c´è mai stata alcuna emergenza sanitaria. Periodicamente l´Asl sta provvedendo alla disinfestazione e alla deratizzazione delle aree. Concludo dicendo che ieri la Provincia ci ha inviato circa 200 contenitori per la raccolta differenziata, che in parte saranno dislocati nei parchi cittadini e in parte saranno allocati nelle zone che risultano più sguarnite".