A cura della Redazione
Libera ricorda la Mamma coraggio a 11 anni dall´omicidio Il Presidio di Libera Torre Annunziata "Luigi Staiano e Raffaele Pastore" ricorda Matilde Sorrentino. La donna aveva denunciato gli abusi ai danni dei bambini della scuola del rione Poverelli, e per questo venne assassinata il 26 marzo 2004. Fu trucidata sulla porta di casa da un killer senza scrupoli, che sarà poi condannato all´ergastolo per l´omicidio. Ancora ignoti, invece, i mandanti di quell´efferata barbarie. Da tutti è conosciuta come "Mamma coraggio", ed a lei sono intitolati il Centro Polivalente per Anziani dell´Ambito Sociale N30 in via Settetermini, nel rione Penniniello, e la casa alloggio per minori dei Salesiani di Torre Annunziata. Sarà una giornata speciale quella del 26 marzo prossimo. Libera, infatti, ha deciso di dedicarla all´infanzia e al contrasto alla pedofilia. Alle ore 17 di giovedì, in piazza Mons. Orlando (antistante alla chiesa di S. Alfonso Maria de´ Liguori a Torre Centrale), i ragazzi ospitati presso la comunità alloggio, insieme ai cittadini ed ai rappresentanti dell´associazione contro le Mafie, deporranno fasci di fiori ai piedi del monumento che ricorda le vittime innocenti della camorra della nostra città. Alle ore 18, presso l´Istituto Salesiano di via Margherita di Savoia, ci sarà la proiezione del film "Le stanze aperte" di Francesco e Maurizio Giordano. La pellicola parla di storie di ospiti dell´Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Napoli. Infine, alle ore 20, brindisi per ricordare gioiosamente mamma Matilde, eroina dei nostri tempi.