A cura della Redazione
Centro Basket sconfitto in casa dal Parete Non riesce a dare continuità ai propri risultati la squadra seniores del Centro Basket Torre Annunziata, che cede nella palestra di via Isonzo al Basket Parete che si è dimostrato più cinico nei momenti salienti della partita. La squadra di coach Nello Oliviero non ha avuto il solito apporto da Salvatore Caldiero gravato subito di falli, così come Eduardo Russo che non entrato quasi mai in partita, buone invece le prove di Michele Uliano e Vincenzo Colletto che hanno provato a rintuzzare gli attacchi casertani. Ennesima occasione fallita per provare ad allontanarsi dalla zona calda della classifica provando a centrare l’ultimo posto utile dei play-off. Chi non conosce pause, in questo momento del campionato è l’under 19 che nel big match contro la Fortitudo Sorrento agguanta una vittoria che la lancia ai piani alti della classifica. Sempre in vantaggio i ragazzi bianco verdi hanno dimostrato la maturità che da tempo ci si aspettava, il trio delle meraviglie Garofalo-Iovane-Romito ha davvero fatto la voce grossa facendo capire che da qui al termine del campionato il CBTA sarà protagonista indiscusso del girone D. La prossima gara sarà davvero decisiva con i “verdoni” ospiti del Basket Sarno che vorrà recuperare un po’ di terreno perduto e bissare il successo dell’andata che vide i ragazzi di coach Oliviero perdere l’unica partita in casa del campionato. Sabato sera è andata in scena una super partita valevole per la settima giornata del girone di andata under 13 elitè, è bene il Centro Basket Torre Annunziata disputando un grande incontro ha tenuto testa alla Pasta Reggia Caserta perdendo di tre punti in un finale davvero combattuto. Una cornice di pubblico mai vista per una partita under 13, emozioni da una parte e dall’altra, voglia di mantenere il primato per i ragazzi della Juve e di mettere un terribile sgambetto per la banda Battiloro. Il tritasassi casertano che fino ad allora aveva superato doppiando quasi sempre i propri avversari si è imbattuta nella corazzata bianco verde avendo la meglio solo nel finale complimentandosi con gli avversari. Grande la reazione di Luigi Amodio e compagni che non hanno mai mollato anche quando si era sotto di dodici punti, dando segnali importanti quali carattere e voglia di vincere. Domenica prossima si dovrà riprendere la strada della vittoria andando a far visita al Sant’Anastasia che vorrà a tutti i costi aggiudicarsi due punti importanti per tirarsi fuori dalla parte bassa della graduatoria.