A cura della Redazione
Basketorre, colpo esterno sul campo del Nola Grande colpo esterno del Basketorre nella seconda giornata del torneo di C2: i biancoblù, smaltita la delusione per la sconfitta immeritata con il Benevento all’overtime, si rifanno violando il campo del Nola tra le formazioni più attrezzate della categoria. L’avvio di gara fuga ogni dubbio o timore: i torresi sono giunti nella città del giglio decisi a vendere cara la pelle e, trascinati da un capitan Santoro ispirato, chiudono avanti un primo quarto dominato. Nella seconda frazione i padroni di casa si affidano alla fisicità del lungo De Falco e cercano di ricucire lo svantaggio ma Festa e Salvatore consentono agli oplontini di chiudere avanti all’intervallo lungo. Nel terzo quarto i ragazzi di coach Scaramozza continuano a giocare ad ottimo ritmo e a sciorinare una prestazione convincente ma un po’ di sfortuna e qualche giocata pregevole dell’esperto Simeoli fanno sì che alla fine del tempo il punteggio torni in perfetto equilibrio. I torresi sembrano, all’ inizio dell’ultima frazione, accusare un po’ di stanchezza , i nolani mostrano maggiore fiducia e determinazione e si portano avanti anche di 7 punti; sembra finita ma il Basketorre è squadra che lotta fino alla fine, Balzano suona la carica, Tufano, Santoro e Festa bersagliano la retina avversaria con successo dalla linea dei tre punti e alla sirena finale il tabellone recita 67 – 67: è ancora supplementare come sette giorni prima! I cinque minuti finali si aprono con una tripla dei padroni di casa messa a segno da Del Prete ma i biancoblù non si fanno intimidire e rispondono ancora con Festa ( 19 pt) Santoro (20 pt) e Salvatore (28 pt) e i nolani, ormai stanchi nel loro uomini migliori, alzano bandiera bianca. Alla fine è 84 – 80 per il Basketorre che ottiene la sua prima storica vittoria in serie C2 e dimostra, ove ce ne fosse bisogno, di poter recitare un ruolo da protagonista nella categoria pur non partendo certo tra le compagini più accreditate. Domenica altro impegno durissimo: al Palasiani ore18,30 sarà di scena il forte Torre del Greco tra le formazioni più attrezzate del torneo, il team di Enzo Scaramozza dovrà fare ancora una volta affidamento sulla compattezza di un gruppo che gioca a memoria e sul sostegno di un pubblico caldo ed appassionato che non ha fatto mancare il proprio apporto neanche nella trasferta di Nola. “ Abbiamo conquistato due punti fondamentali – è il commento del Direttore Sportivo Ruggero Betteghella – che ci consentiranno di affrontare con maggiore serenità i prossimi difficili impegni” “ Siamo una squadra che non molla mai – aggiunge il team manager Gino Mazzola – il gruppo è la nostra forza certamente ma abbiamo dimostrato di avere anche delle ottime individualità e possiamo dare fastidio a chiunque anche se, è bene ricordarlo, l’obiettivo rimane la salvezza” Prosegue la preparazione delle squadre giovanili, si avvicina l’inizio della maggior parte dei tornei e i cangurotti vogliono ben figurare in ogni categoria, in particolare il gruppo “rosa” dell’under 13 femminile che tra meno di due settimane comincerà un campionato estremamente impegnativo. Tonio