A cura della Redazione
Quarta edizione di "CortoDino" Prende il via il 4 ottobre e terminerà il 21 novembre “Cortodino 2014”, festival internazionale di cortometraggi dedicato a Dino De Laurentiis, rassegna giunta alla sua IV edizione. Mercoledì 1 ottobre, alle ore 11, presso la sala interna del Caffè Gambrinus di Napoli, la presentazione ufficiale del programma alla presenza del Presidente della giuria chiamata a valutare, quest’anno, un numero consistente di opere iscritte al concorso. Sono, infatti, circa 1400 i cortometraggi che sono arrivati da tutto il mondo: alcuni anche da paesi come Indonesia, Vietnam o Australia. A tema libero, della durata non superiore ai venti minuti, realizzati da giovani artisti che non superano i 35 anni di età, i “corti” che troveranno spazio nell’edizione di quest’anno di “Cortodino 2014” saranno valutati da una giuria di esperti e critici cinematografici. All’interno della rassegna anche una speciale sezione: “Cortodino School” dedicata ai lavori realizzati dagli studenti degli istituti scolastici della Campania. Saranno presenti alla conferenza stampa prevista il 1 ottobre l’assessore provinciale alla cultura, Francesco De Giovanni, il presidente di Cortodino Filippo Germano e l’attrice Nunzia Schiano, nota al pubblico, tra l’altro, per le sue partecipazioni a film come “Benvenuti al Sud” e molto impegnata in teatro. Quest’ultima, il prossimo 10 ottobre, al Palazzo delle arti di Napoli leggerà gli articoli di Giancarlo Siani prima della proiezione del corto “Mehari” a cura di Nello Mascia. Inizio delle proiezioni fissato per il 4 ottobre alle 17,00 all’interno dell’Aula Magna del Liceo Artistico Giorgio De Chirico a Torre Annunziata. In quell’occasione vi sarà l’incontro con Tonino Pinto, giornalista Rai e critico cinematografico, autore dello speciale “Dino De Laurentiis, un italiano a Hollywood”. Serata finale prevista per il 21 novembre a Villa Balke a Torre Annunziata. “Cortodino non mira solo alla celebrazione del nostro illustre concittadino ma, seguendo le sue orme, intendiamo valorizzare gli ingegni del nostro territorio per trovare nuovi talenti che possano riportare il nostro cinema ai livelli del tempo di Dino de Laurentiis”, le parole di Filippo Germano.