A cura della Redazione
Tess, lavoratori minacciano sciopero della fame Dallo scorso maggio i 28 dipendenti di TESS Costa del Vesuvio non percepiscono la cassa integrazione per un assurdo braccio di ferro tra il liquidatore Giuseppe Catenacci e la Regione Campania. Dopo mesi di promesse sempre disattese di una rapida risoluzione, nonostante le pressioni e i presidi, la vicenda è sempre al punto di partenza mentre i lavoratori sono ormai allo stremo senza ben tre mensilità che giacciono all’INPS in attesa di un ok del liquidatore. Pertanto, se non vi saranno sviluppi positivi in queste ore, lunedì 4 agosto, in occasione della terza mensilità di CIG non pagata, i lavoratori TESS terranno un presidio a Santa Lucia a partire dalle ore 10.30 in occasione del quale cominceranno uno SCIOPERO DELLA FAME A OLTRANZA, fino a quando non avranno la comunicazione dall’INPS dell’avvenuta trasmissione dei dati per il pagamento della cassa. comunicato