A cura della Redazione
Sel attacca l´assessore Izzo e il suo presunto conflitto d´interesse Pubblichiamo il comunicato del circolo cittadino di Sel sui manifesti affissi dall´amministrazione comunale in occasione di San Valentino e della Festa della Donna. Nella nota Sel parla di conflitti d´interesse che interesserebbero l´assessore Felicio Izzo, dirigente scolastico del Liceo Artistico "G. de Chirico". Il circolo di Torre annunziata di Sinistra Ecologia Libertà fin dalle prime delibere dell’Assessore alla Cultura, in particolare quella del 198/13, ha messo in evidenza l´utilizzazione di professionalità legate al Liceo De Chirico e invece, come Preside dello stessa scuola, di come si impegnasse ad organizzare manifestazioni i cui relatori provenivano solo dal suo partito di riferimento. Non possiamo non denunciare che ad un convegno interessante sulla “Creatività delle donne nel tempo della crisi” organizzato dal liceo artistico – dove l´Assessore Izzo è anche Preside - sia intervenuto un esponente del consiglio regionale campano appartenente al PD e che tale possibilità non sia stata data ad altre forze politiche. Per la giornata dell´8 marzo, inoltre, è stato affisso un manifesto a cura dell´Amministrazione comunale che utilizza egregiamente le capacità artistiche degli allievi della scuola di cui è Preside, però, nello stesso tempo invitiamo l´Assessore ad una maggiore attenzione relativamente alle frasi contenute in esso, di dubbio gusto e che rimandano addirittura - nella giornata di lotta per l´emancipazione femminile - ad interpretazioni sessiste. E’ il secondo manifesto dell´amministrazione di Torre Annunziata che usa questo tipo di comunicazione che lascia molto spazio all´interpretazione personale, dopo quello del giorno di San Valentino. Sicuramente sia la progettazione dei manifesti insieme ai convegni del Liceo De Chirico non sono stati sovvenzionati con le poche risorse comunali disponibili. Nonostante ciò Sinistra Ecologia Libertà ne denuncia comunque l’evidente conflitto di interesse del Professore Izzo e chiede - in qualità di Preside - che i futuri convegni svolti nel proprio istituto siano sviluppati insieme alle associazioni presenti sul territorio offrendo diritto di parola a tutti i partiti politici e - all´Assessore - di coinvolgere, per quanto riguarda questo tipo di comunicazione istituzionale, tutti gli istituti scolastici presenti sul territorio insieme agli insegnanti e ai professori che si occupano di attività e materie artistiche. COMUNICATO