A cura della Redazione
Calcio a 5, l´Oplonti cede alla corazzata Ottaviano La Real Ottaviano espugna il campo di Torre Annunziata, dimostrando la sua superiorità e mettendo in mostra alcuni dei suoi più importanti giocatori. Per i ragazzi di casa si prospettava una gara difficile, contro una vera e propria corazzata del girone. Dopo il gran gol di tacco di Santarpia, gli ospiti reagiscono con veemenza e siglano in dieci minuti addirittura quattro reti, gestendo poi con intelligenza il finale di tempo. La prima frazione termina col punteggio di sei reti a due per l´Ottaviano. I padroni di casa pagano a caro prezzo alcune ingenuità difensive e la troppa fretta nel voler raggiungere il risultato. Gli oplontini ci mettono grinta ed impegno anche nella seconda frazione ma si devono arrendere alla forza dell’Ottaviano. Il punteggio finale è un netto nove a cinque meritato per i ragazzi del presidente Nunziata. Commenta la gara il mister di casa Vitale: «Sapevamo che la gara sarebbe stata difficile, è cosi è stato. Abbiamo provato a reggere il più possibile ruotando giocatori e cambiando la disposizione difensiva, ma purtroppo non è bastato. Non posso dire che abbiamo giocato male ma quando giochi contro squadre così competitive vengono fuori tutti i limiti che una squadra come la nostra ancora non ha eliminato. Non mi è piaciuta la poca concentrazione, oggi eravamo troppo distratti da fattori non importanti. In campo abbiamo fatto degli errori e quando siamo andati in svantaggio troppe volte abbiamo cercato la soluzione personale, esponendoci così alla loro qualità nelle ripartenze. Perdere contro l’Ottaviano ci può anche stare, ma dovevamo essere più attenti, dovevo far concentrare meglio la squadra. Comunque Stiano e Nenè in alcune circostanze sono quasi immarcabili. Alla fine la salvezza non passa da queste gare, inutile essere presuntuosi anche se ogni partita va giocata al massimo perché le sorprese sono dietro l’angolo e partire già battuti è assurdo per come la vedo io. Bene alcuni ragazzi, contento del gol dell’under Esposito, bravissimo ragazzo che si impegna tanto in settimana. Tutto il gruppo è già proiettato alla gara di Montella, davvero bella, da preparare e giocare contro una squadra forte, che si salverà sicuramente», ha concluso il tecnico dei torresi.