A cura della Redazione
Cooperative edilizie, giudizio negativo del Pd su delibera Il PD, nell’incontro del 4 dicembre scorso, ha proposto (in tema di trasformazione, a favore delle cooperative edilizie ubicate nei p.d.z. 167 Carminiello e Prota/Gambardella, del diritto di superficie in diritto di proprietà) all’Amministrazione Comunale - che ne aveva preso atto - i seguenti impegni: 1) entro la fine dell’anno la Giunta avrebbe adottato una delibera che individuava un’apposita struttura comunale a cui affidare il compito di stimare i suoli, eliminando il versamento di 500 euro; 2) con il medesimo atto sarebbero stati indicati alla struttura di cui sopra tempi certi per pervenire a detta stima (45/60 gg.); 3) una volta definita la stima in astratto si procedeva ad un confronto con i cooperatori interessati e con quanti stanno seguendo il problema per pervenire alle soluzioni più vantaggiose per i cooperatori, nel pieno rispetto delle norme vigenti. Con la delibera n. 202 del 27 dicembre 2013 l´Amministrazione ha, invece, disatteso gli impegni assunti per le seguenti ragioni: a) le decisioni assunte con delibere precedenti non sono state revocate ma solo “posposte”; b) è stata affidata al Dirigente dell´UTC il compito di individuare un tecnico senza prevedere una precisa scadenza per tale individuazione; c) non è stata indicata una scadenza per l´attività di quantificazione degli oneri. Pertanto il Pd esprime il proprio giudizio negativo sulla delibera approvata e ribadisce che il suo impegno è finalizzato ad un unico obiettivo: definire rapidamente, e con procedura partecipata, la determinazione dei costi per l’acquisizione dei suoli in modo tale che l’esborso, da parte degli interessati, sia ridotto al minimo, tenuto conto che la maggioranza delle persone si trova in disagiate condizioni economiche e che, in molti casi, i suoli di cui trattasi sono stati già acquistati all’origine. COMUNICATO