A cura della Redazione
Calcio a 5, Futsal Oplonti-Dalmatia 6-3 Nella gara interna con il Futsal Dalmatia, coach Vitale deve fare a meno del suo giocatore più prolifico, Santarpia, appiedato dal giudice sportivo, ma ritrova dopo più di un anno per infortunio il sempreverde Alessandro Borzelleca, un inesauribile stantuffo. Il Futsal Oplonti affronta il match con il quintetto iniziale: Aceto tra i pali, Gallo, A. Borzelleca, Abilitato, R. Borzelleca. Dopo vari minuti di studio, i padroni di casa iniziano con il loro classico giropalla. Le occasioni fioccano, ma gli oplontini falliscono numerose opportunità a tu per tu con il portiere, ed ecco, come insegna la legge del calcio "gol mancato gol subito", i salernitani bucano per ben due volte la porta di Aceto andando al riposo con il doppio vantaggio: 0-2. La ripresa comincia con lo stesso piglio del primo tempo. L’Oplonti è in costante attacco, ma al primo contropiede avversario l’arbitro fischia rigore per il Dalmatia, prontamente neutralizzato da un super Aceto, che dà una scossa ai suoi. Mister Vitale mescola le carte e sposta Migliozzi nel ruolo di pivot. Ed è proprio da questa mossa che scaturisce il primo gol degli oplontini con Abilitato, che dribbla il suo diretto avversario, si porta la palla sul sinistro e fa partire un fendente che non lascia scampo al portiere. Un uno-due repentino e Migliozzi, con una gran bordata da fuori, tesa e precisa, riacciuffa il risultato. Gallo con un tiro di punta anticipa e beffa il portiere ribaltando il risultato sul 3-2. Il Dalmatia sembra demoralizzato e l’Oplonti continua ad attaccare. Genovese dalla sinistra si accentra e con un bel destro beffa il portiere che, due minuti più tardi, deve raccogliere di nuovo il pallone dalla rete dopo una bella azione personale di Faiella che fa partire dal suo destro un autentico bolide: 5-2. In un momento di defaillance di concentrazione dei padroni di casa, l’arbitro concede un generoso rigore al Dalmatia che accorcia, così, le distanze. Ma le speranze di rimonta degli ospiti sono subito smorzate. Un lungo lancio dell´under Caso pesca in maniera perfetta l´esordiente Montuori che, da posizione impossibile, calcia a volo e batte il portiere immobile per il definitivo 6-3. Montuori dedica con un grande bacio il gol alla piccola figlia presente tra il pubblico, venuta a sostenere a gran voce l’esordio del padre in C2, coronato dalla rete della tranquillità e dalla vittoria per gli oplontini.