A cura della Redazione
Premio "CortoDino", serata finale a Villa Balke La stupenda scenografia di Villa Balke è pronta ad accogliere il “set” del Premio internazionale del Cortometraggio “CortoDino”, terza edizione, che vedrà il suo ciack venerdì 15 Novembre alle ore 19. Nel corso dell’evento si terranno le premiazioni dei cortometraggi finalisti della terza edizione. Grande l´attesa del pubblico per il verdetto della Giuria Popolare che decreterà i vincitori. Oltre alla presenza del maestro Carlo Croccolo (foto), Presidente Onorario del Premio, stanno pervenendo agli organizzatori altre adesioni di artisti noti al grande pubblico Tra le conferme segnaliamo quelle di Lucia Cassini che sta lavorando alla fiction “Ischia forever” e di Nunzia Schiano, la “mamma” di Alessandro Siani in "Benvenuti al Sud". La serata sarà condotta da Ralph Stringile ed allietata dalle musiche da film eseguite al pianoforte dal maestro Ignazio Scassillo, cantautore nonché compositore di numerose colonne sonore di cortometraggi. Anche quest´anno non mancheranno le coreografie ispirate a capolavori dei film prodotti da Dino De Laurentiis. Dopo l’apprezzata rappresentazione de “Le notti di Cabiria” eseguita nella seconda edizione, quest’anno i giovani talenti di "Alma Rumbera", guidati da Virginia Vicidomini, metteranno in scena "La Strada", altro capolavoro di Federico Fellini. Previsto anche un collegamento via Skype per il saluto della scrittrice Veronica De Laurentiis, figlia del produttore torrese. Al termine un rinfresco/bouffet a base di prodotti enogastronomici vesuviani allieterà il fine serata. Non mancheranno golosità dei maestri pasticcieri vesuviani, tra cui la Cassata di Oplonti, dolce ripreso da un affresco custodito nella Villa di Poppea, Patrimonio Unesco, e riprodotto con gli ingredienti dell´epoca. "CortoDino", promosso e organizzato dall´Associazione "Esseoesse NoProfit Cultura-Ambiente" e che si avvale del patrocinio del Comune di Torre Annunziata, città natìa del compianto produttore a cui il premio è stato intitolato, è una "vetrina" per giovani talenti, aspiranti registi, sceneggiatori, attori che hanno presentato le loro opere in concorso, cortometraggi italiani e provenienti da tanti Paesi esteri, anche d´ oltreoceano. Ardua la fase di preselezione, sia per il numero di cortometraggi pervenuti, circa 100, sia per il loro valore tecnico e contenutistico. Alla fine sono state otto le opere finaliste scelte dalla Giuria tecnica che sono passate al vaglio della Giuria Popolare costituita dal pubblico intervenuto alle proiezioni e che ha espresso il proprio gradimento attraverso la compilazione di schede di votazione distribuite durante le proiezioni tenutesi in diverse città dell´area vesuviana. CortoDino vuole rappresentare quindi una gratificante opportunità per i giovani autori di mostrare le loro opere ad un grande pubblico, cosa inusuale, questa, per un settore, quello dei cortometraggi, spesso confinato soltanto tra la nicchia di pubblico dei concorsi e degli addetti ai lavori. Al premio "CortoDino" collabora come sempre fattivamente il Liceo Artistico "Giorgio de Chirico" di Torre Annunziata ed in continuità con il positivo incontro tra il mondo dell’associazionismo culturale e la scuola, sono state effettuate due proiezioni mattutine dei cortometraggi finalisti riservate agli studenti delle quinte classi degli istituti del comprensorio vesuviano. Ed è interessante notare come, in linea generale, il giudizio della Giuria Popolare studentesca non coincide con quello espresso dal pubblico più maturo. COMUNICATO