A cura della Redazione
Crisi politica, la nota di Centro Democratico Pubblichiamo la nota stampa del gruppo consiliare di Centro Democratico di Torre Annunziata, inerente la crisi amministrativa che vede la città senza una giunta da oltre due mesi. La crisi amministrativa si è prolungata per troppo tempo e per il bene della nostra città deve trovare una soluzione positiva che dia nuovo slancio all’azione di governo. Abbiamo vissuto tutti un anno particolarmente difficile, condizionato da una molteplicità di problemi che hanno prodotto non poche tensioni e dissapori. In particolare, a fronte di tali problemi, i vincoli di bilancio necessari per rientrare nei parametri del patto di stabilità, e successivamente l’avvento della commissione di accesso, hanno prodotto una immagine distorta dell’azione di governo e della nostra stessa città alimentata ad arte anche da larga parte dell’opposizione. Non per fortuna, ma grazie al lavoro e alla tenacia del Sindaco e della maggioranza che lo ha sostenuto, entrambi questi problemi hanno trovato soluzione e finalmente si sono create le condizioni per riprendere con maggiore slancio l’attività amministrativa necessaria per portare a soluzione i problemi della città. Le tensioni politiche causate dalla crisi amministrativa e qualche maldestro tentativo di scomporre la maggioranza uscita dalle urne per dare vita a nuove e improbabili maggioranze, sono state risolte con il documento sottoscritto da tutti i gruppi politici di maggioranza che ha ribadito il pieno e totale sostegno al Sindaco. In questi due mesi sono circolate anche molte menzogne agitate ad arte per tentare di giustificare scelte e comportamenti altrimenti ingiustificabili e si è consumata anche qualche cattiveria di troppo nei confronti di persone che hanno avuto l’unica colpa di restare coerenti con le posizioni di sostegno al Sindaco e alla maggioranza nell’interesse della collettività. In particolare è stata agitata ad arte la voce che il gruppo “Centro Democratico” e il suo rappresentante Ciro Alfieri si opponevano al principio di rotazione delle deleghe e degli assessori per meri interessi personalistici e che per tale motivo la crisi non trovava soluzione. Purtroppo nulla di tutto questo risponde a verità. Sia il gruppo consiliare sia l’ex Vice Sindaco Ciro Alfieri hanno dichiarato in più occasioni il loro pieno sostegno al Sindaco, alla maggioranza e a tutte le decisioni che collegialmente sono state e saranno assunte, ivi incluso il principio di rotazione di assessori e deleghe. Non ci sono personalismi né interessi di bottega da difendere ma solo calunnie ripetutamente diffuse ad arte da ormai troppi anni. C’è un interesse generale da tutelare, un’attività amministrativa da rinnovare e un principio di responsabilità da rispettare, c’è una ritrovata coesione della coalizione di maggioranza, c’è il pieno riconoscimento della pari dignità di tutti i gruppi politici che la compongono, c’è l’accordo sul principio di rotazione di assessori e deleghe, non si capisce perché la crisi non si chiude. Adesso che non è più possibile agitare la presunta e falsa inamovibilità di Ciro Alfieri si può capire perché la crisi non si chiude? Il Gruppo Consiliare di “Centro Democratico”