A cura della Redazione
Il Pd risponde al consigliere comunale Manzo Pubblichiamo la risposta del Partito Democratico di Torre Annunziata alla lettera del consigliere Rocco Manzo (pubblicata su questo giornale on line nella sezione 24 news in data 26 luglio 2013) in merito alla questione "diritti di proprietà e di superficie". "Spiace che il consigliere Manzo preferisca abbandonarsi alla polemica rispetto alle proposte del PD. La demagogia c´entra come cavoli a merenda !! Scegliamo di sorvolare sulle imprecisioni (1 - il Pd è nato nel 2008 e non può governare da vent´anni; 2 – se si riferisce agli amministratori che erano esponenti di DS e Margherita sono tutti nella sua attuale maggioranza; 3 – quelli che non sono nella maggioranza non sono nel Pd; 4 – il partito in cui milita Manzo è al governo dal 2005) e di concentraci sul merito delle questioni. Il Pd ha proposto cose semplici: • che si paghi poco o nulla (non certo 500 euro) e si affidi all´Ufficio Tecnico Comunale la valutazione del dovuto. In alternativa si verifichi che tale attività possa essere svolta dall´IACP o dall´Ordine degli Ingegneri; • che si tenga conto nella valutazione che i suoli sono stati acquistati dai cooperatori e donati al Comune in “illo tempore”; • che si produca una convenzione con l´Ordine dei Notai per abbattere i costi dei rogito; • che si modifichino gli atti amministrativi nel senso precedentemente indicato. Il consigliere Manzo può essere d´accordo con le proposte del PD o può, legittimamente, esprimere il suo dissenso. Il Pd auspica che Manzo (che è impegnato con serietà sulla questione) possa esprimere convergenze su quanto proponiamo ed insieme fare tutto quanto è possibile per consentire ai cooperatori di vivere in serenità un diritto maturato nel tempo a costo di grandi sacrifici". L´Uffico Stampa Pd