A cura della Redazione
«Le nostre acque ancora inquinate», la denuncia del M5S Pubblichiamo, di seguito, la nota diffusa dal MoVimento 5 Stelle di Torre Annunziata. Il comunicato riguarda i dati sull´inquinamento delle acque del nostro litorale. A norma di legge il 96,6 per cento delle acque di balneazione italiane. Ma questo riguarda esclusivamente l´inquinamento microbiologico da escherichia coli ed enterobateri che se superano i 500 colibatteri o i 185 enterobatteri - come da D.L.vo 116 del 30/05/2008 - rendono l´acqua costiera di scarsa qualità dal punto di vista della balneazione e perciò sorvegliata speciale. I prelievi recenti sul tratto costiero compreso tra Capo Oncino e foce Sarno hanno sì evidenziato una riduzione dell´inquinamento microbiologico, ma la guardia deve rimanere alta perché se non si raggiungerà almeno la sufficienza si rischia un nuovo divieto di balneazione, questa volta permanente. Ricordiamo che le nostrane acque di balneazione sono classificate di «qualità scarsa», ciò vuol dire che i valori di inquinamento sono peggiori rispetto ai valori corrispondenti alla «qualità sufficiente». Altro che vittoria storica, dopo quarant´anni è la riprova della mancata programmazione di seri interventi di disinquinamento ambientale. Prova ne è il fatto che gli arenili pubblici e in concessione sono fortemente contaminati tanto da richiedere interventi di bonifica previsti dal Piano regionale delle bonifiche. I suoli di tutta la costa vesuviana, compreso il nostro, sono pieni di veleni cancerogeni e fonte di un grave rischio per la salute come testimoniano le statistiche di aumento dell´incidenza dei tumori soprattutto nelle donne. Infatti l´insensibilità al decoro urbano non è una novità per l´Amministrazione Starita&Co. Il MoVimento 5 Stelle ha presentato da mesi una richiesta per sollecitare l´adesione al software gratuito "DECORO URBANO", che permetterebbe a questa Amministrazione un controllo del territorio e un filo diretto con i cittadini a costo zero ma non si sono degnati neanche di riceverci. Inoltre segnaliamo che il Ministero della Salute, sul Portale Acque, indica le aree antistanti al litorale di Torre Annunziata ancora "non balneabili". Evidentemente l´ennesima dimenticanza della nostra Amministrazione che non ha inviato l´Ordinanza di fine del divieto di balneazione, così come aveva dimenticato di rinnovare la firma digitale perdendo due milioni di euro di finanziamento. COMUNICATO MoVimento 5 Stelle Torre Annunziata