A cura della Redazione
Regione, caso Sentiero: per SEL Istituzioni delegittimate «L´inchiesta che coinvolge il consigliere regionale Sentiero è l´ultimo di una serie di avvenimenti inquietanti, che gettano l´ennesima ombra sulla vita democratica a Torre Annunziata, dove si è appena insediata la commissione di accesso che sta prendendo in esame anche gli atti di quando l´esponente di Noi Sud ne era il presidente del Consiglio comunale. La tenuta delle Istituzioni locali e regionali è ormai messa a dura prova da condotte tali da avere sollecitato l´intervento della magistratura e delle forze dell´ordine». Lo afferma in una nota il segretario di Sinistra Ecologia e Libertà di Torre Annunziata, Massimo Manna (foto). «Torre Annunziata - prosegue Manna - è diventata una terra di frontiera dove politici senza scrupoli raccolgono il loro consenso elettorale facendo leva proprio sulla mancanza di lavoro. Il sistema di assunzioni, denunciato da un proprio collaboratore, messo in piedi dal consigliere Conte per la scuola privata di via Postiglione, conferma che il voto clientelare e quello di scambio trovano terreno fertile in un territorio in cui la politica non ha nessun interesse a garantire un lavoro stabile e sicuro ai propri concittadini. La disoccupazione, la precarietà e la disperazione tornano sempre utili in campagna elettorale. SEL - continua Manna - chiede che si faccia al più presto chiarezza su delle vicende gravissime. Il Presidente Caldoro e il sindaco Starita prendano atto della palese delegittimazione morale e politica delle istituzioni che essi rappresentano, e ne traggano le dovute conseguenze. Non è più tollerabile, soprattutto in un momento così delicato per la città e per la regione, il silenzio assordante dei vertici di istituzioni colpite dal sospetto di condotte illecite di propri componenti. SEL invita le cittadine e i cittadini torresi a partecipare numerosi al prossimo Consiglio comunale dedicato al tema della legalità, per riaffermare - conclude Manna - con forza il diritto di questa città di vedersi restituita una amministrazione trasparente e capace di governare».