A cura della Redazione
Basketorre, aquilotti protagonisti a Sportilia Nella suggestiva cornice degli appennini romagnoli, gli aquilotti del Basketorre sono stati eccelsi protagonisti della terza edizione del Torneo di basket di Sportilia. Appuntamento oramai immancabile per i cultori della pallacanesto giovanile, il Torneo ha accolto quest´anno più di venti società di minibasket provenienti da tutta Italia. Sui parquet dello storico Centro Sportivo di Sportilia, sede di numerosi ritiri delle nazionali italiane di calcio, basket, volley rugby etc., più di 300 piccoli atleti si sono scontrati e confrontati con altre realtà ed esperienze dando vita ad un vero melting pot multiregionale. In una tre giorni intensamente vissuta all´insegna dello sport ma anche dello svago e del divertimento, i piccoli oplontini hanno affrontato con grande determinazione e sano agonismo gli avversari esprimendo per lunghi tratti anche un basket fluido e dinamico. Appena arrivati, nemmeno il tempo di scendere dall´autobus che i ragazzi dei coaches Iolanda Tessitore e Ruggero Betteghella sono dovuti correre in campo per affrontare i parietà dell’ Alvisana basket di Venezia. Un incontro senza storia che, fin da subito, ha evidenziato la bontà di questo gruppo. Nei successivi due match sono cambiati gli avversari ma non le prestazioni e i biancoblu hanno meritamente conquistato il primato in classifica battendo i blasonati marchigiani del Fabriano ed gli ostici lombardi del Pescate, qualificandosi agevolmente per la final four per le prime quattro piazze. Nella semifinale contro la prima squadra dell´Alvisana (VE), poi vincitrice del torneo, i biancoblu sono scesi in campo eccessivamente contratti ed hanno concesso agli avversari un immediato vantaggio che non sono riusciti a colmare nei tempi finali. Senza storia la finale per il terzo posto contro i varesini della Casoratese, con gli oplontini che sin dalle prime batute hanno dettato tempi e ritmi del gioco annichilendo gli avversari ed affossando qualsiasi velleità di rimonta. É importante ricordare inoltre, che la squadra torrese è stata l´unica, tra le prime otto, a far scendere in campo delle ragazze, ben quattro di cui una del 2004, e ad annoverare quattro aquilotti nati nel 2003. Una raggiante Iolanda Tessitore al termine del torneo ha così commentato l´esperienza romagnola: "Torniamo a Torre Annunziata felici per l´ottimo risultato raggiunto anche se con il piccolo rammarico che con maggiore determinazione e concentrazione nella semifinale avremmo sicuramente raccolto un risultato ancora più soddisfacente. Voglio ringraziare ad uno ad uno tutti i miei giovani atleti per le tante emozioni e gioie che ci hanno regalato partendo dalle scugnizze Roberta Di Martino, Eliana De Siena, Syria Germano e la piccolissima Roberta Veropalumbo e continuando con i ciclopici Ettore Saracino, Gianluca Landi, Mattia Ammendola, Ernesto Mastrocinque, Daniele Mazza, Umberto Germano, Simone Mazzola e Luca Salvi. Sono orgogliosa di tutti questi ragazzi che hanno saputo vivere appieno l´esperienza di Sportilia come dimostra anche la premiazione dell´HARLEM SHAKE, il nuovo meme di internet, presentato dai biancoblu, risultato il più gradito a tutti i partecipanti al torneo. Una vittoria quella del video del Basketorre che è la dimostrazione di come i giovani oplontini si siano distinti oltre che per le loro capacità agonistiche anche per simpatia e cordialità. Infine, senza essere retorica né campanilista sono orgogliosa del meritato risultato raggiunto perché, nel suo piccolo, ha portato un po´ di lustro alla nostra martoriata cittadina anche a nord del Garigliano". Tonio