A cura della Redazione
Archeoatletica, ottimi risultati ai regionali indoor Poteva andare anche meglio, soprattutto tra gli uomini, ma dopo la kermesse regionale di Ponticelli il team di Felice Giglio raccoglie il primo vero riconoscimento della stagione. Erano di scena i campionati regionali indoor, individuali e societari. Alla fine sono stati tre i titoli strappati dagli olpntini dell´Archeoatletica Vesuvio: due nell´asta, con Marco Perna capace di saltare 4,10, e Federica Romani tra le donne, che ha superato l´asticella a 2,80. L´altro oro arriva da Salvatore Chierchia nel salto in alto, grazie all´1.88 valicato in tutta sicurezza. Nella classifica a squadre, mentre soddisfa oltre modo il terzo posto delle donne, alle spalle della crozzata Enteprise di Benevento e dell´Atletica Marano, e con solo mezzo punto di vantaggio sul Centro Ester, nobile decaduta dell´atletica campana, lascia un po´ di amaro in bocca il risultato conseguito dal team maschile cui, se non fosse stata squalificata la staffetta 4x1 giro, l´argento non sarebbe sfuggito. Un risultato comunque positivo, ottenuto grazie all´impegno di tutta la squadra. In quest´ottica, preziosi sono gli argento di Marco Crirllo nel salto in lungo, un 6.73 ottenuto con un stacco molto distante dall´asse, di Antonio Avella nell´alto con 1.85 e nei 60Hs com 8"94, di Serena Auricchio nei 60Hs con 10"04, Federica Romani nel lungo con 4.99 e tanti nulli lunghissimi. Positivo il ritorno alle gare di "Mago" Gian Pasquale Esposito, medaglia di legno nel triplo con 13,16. Esce dal cilindro la magia di Roberta Auricchio: 1.50 nell´alto, gara chiave per il terzo posto finale a squadre. luigi chierchia