A cura della Redazione
Spolettificio, la senatrice Armato: intervenga il governo «Il governo convochi con urgenza un tavolo, tra parti sociali e le istituzioni, al fine di individuare le misure più opportune per salvaguardare gli attuali livelli occupazionali e rilanciare la produttività dello Spolettificio di Torre Annunziata, uno dei principali insediamenti produttivi della città, che occupa circa 200 lavoratori e che dal 2010 vive una situazione di grave crisi economica». Lo chiede con una interrogazione urgente ai ministri dello Sviluppo economico e della Difesa, la senatrice del Pd Teresa Armato, che sottolinea «la necessità di definire un nuovo piano industriale, anche attraverso l´adozione di progetti di riconversione e riqualificazione industriale, tesi a sostenere la competitività del sito e la salvaguardia dei posti di lavoro». Armato precisa che «questa fase di recessione produttiva si è manifestata con il cambiamento della missione industriale dello Spolettificio, oggi destinato alla revisione e al rewamping degli autoveicoli e motoveicoli inutilizzati del Ministero della Difesa, con l´obbiettivo di rivenderli come mezzi civili. Questo piano industriale di riconversione delle attività del sito di Torre Annunziata appare purtroppo inadeguato a garantire la produttività. E´ necessario pertanto convocare le parti interessate per salvare l´Azienda e i suoi 180 lavoratori», ha concluso la sentarice democratica.