A cura della Redazione
Il consigliere Ruggiero lascia il Partito Democratico Prima defaillance in Consiglio comunale di Torre Annunziata. Il consigliere Aldo Ruggiero lascia il Pd e si dichiara indipendente. Il gruppo consiliare del partito scende, quindi, ad appena due unità, Luigi Ammendola e Raffaele Ricciardi. "Non mi sentivo più a mio agio, il nuovo progetto politico del partito è completamente fallito - ha affermato Ruggiero -. Per ora aderirò al gruppo misto, poi si vedrà". La notizia era nell´aria e già da diverse settimane si vocifereva della fuoriuscita del consigliere dal Pd. Proveniente dalla Margherita, Ruggiero è stato al centro delle guerre intestine che hanno logorato il Partito democratico in questi ultimi anni. La polemica risale al 2010 quando alle elezioni regionali il consigliere fu accusato di aver fatto campagna elettorale per un esponente di un altro partito. "Sono molto amareggiato - ribatte il capogruppo del Pd Luigi Ammendola - anche perché Ruggiero ha sempre negato qualsiasi sua intenzione di lasciare il partito. Purtroppo le Amministrazioni di Starita continuano ad essere catatterizzate dai trasformismi. Fallito un progetto politico? Ma di quale progetto parla Ruggiero? Il Pd ha appena incominciato a porre le fondamenta di un partito nuovo, aperto alla società civile, ai giovani e alle donne, a quanti credono ancora nella rinascita morale ed economica della città".