A cura della Redazione
Circumvesuviana: stipendi non pagati, protestano i lavoratori Ancora disagi per gli utenti della Circumvesuviana. A partire dal 25 settembre, i treni potrebbero partire con un ritardo di dieci minuti rispetto a quello previsto a causa dello stato di agitazione proclamato dal sindacato Or.S.A., per protestare contro il mancato pagamento degli stipendi di settembre. In una nota, infatti, l´amministratore unico del´azienda di trasporto, Gennaro Carbone, ha annunciato che le retribuzioni saranno elargite, al massimo, solo entro la prossima settimana. «Questo potrebbe essere l’inizio di un autunno molto caldo per il Trasporto Locale in Campania - si legge in un comunicato del sindacato Or.S.A. - con i lavoratori già provati dai tagli ai servizi, dai relativi abbattimenti salariali, dalle precarie condizioni di sicurezza (continui guasti ai treni, linee ferroviarie fatiscenti, rallentamenti, telecomunicazioni insufficienti). Nonostante il senso di responsabilità che i lavoratori mettono quotidianamente in campo, con abnegazione e spirito di sacrificio, rendendo quanto meno accettabile il servizio ferroviario offerto, la Regione Campania, per tutta risposta, li ha ulteriormente mortificati con l’incertezza dell’erogazione dei salari».