A cura della Redazione
Comune, errore tipografico sintomo di pressapochismo In questi giorni i cittadini torresi stanno ricevendo, tramite posta, una missiva da parte della SOGET e del Comune di Torre Annunziata con indicazioni circa il pagamento della nuova tassa sugli immobili, la già purtroppo famosa IMU. Ebbene, la busta che contiene la lettera presenta un clamoroso errore tipografico. Il nome della città è stampato così: “Torre Annunziara”. Non è nostra intenzione scomodare sociologi ed esperti in materia, né organizzare simposi per capire il perché si possa mandare in stampa un errore simile. I difensori d’ufficio lo possono considerare veniale e banale quanto vogliono, ma non ci impediranno di fare una considerazione: non è ammissibile che un Ente pubblico, con tutta la filiera autorizzativa al quale viene sottoposto un atto, possa incorrere in uno strafalcione del genere. E’ sintomo di superficialità, pressapochismo, trascuratezza, dilettantismo. Carenze che un comune come quello di Torre Annunziata, già menomato da tantissime deficienze, non può assolutamente permettersi.