A cura della Redazione
Blitz della Capitaneria di Porto: chiusi i chioschi sulla banchina Blitz di Capitaneria e Carabinieri sull’area demaniale antistante il porto di Torre Annunziata. Venerdì 18 giugno gli uomini della Marina militare, al comando del tenente di vascello Claudia Di Lucca, coadiuvati dai militari del Compagnia oplontina e da funzionari dell’Asl, hanno posto sotto sequestro tre chioschi che vendevano i loro prodotti senza nessuna autorizzazione né di carattere commerciale né amministrativo. Ogni anno, con l’avvio della stagione balneare, l’area interessata viene occupata da venditori di panini e bibite, cazzimbocchi (ghiaccio grattato con un’apposita raspa da un unico blocco e poi aromatizzati con vari sciroppi) e spighe bollite. E nella preparazione di questi ultimi due "prodotti" non sempre vengono osservate le norme minime di igiene e profilassi. I gestori dei chioschi mettono a disposizione dei loro clienti abituali anche tavolini e sedie, trasformando così l’area in tanti piccoli chalet. L’operazione degli uomini della Capitaneria di porto ha riguardato anche un venditore ambulante di ‘o per e ‘o muss che, pur munito delle prescritte autorizzazioni, deteneva il prodotto in scarse condizioni igienico sanitarie. All’ambulante è stata sospesa la licenza e posto sotto sequestro i 20 chilogrammi della sua merce.