A cura della Redazione
Boxe Vesuviana, exploit delle pugili torresi Grande successo sia dal punto di vista tecnico, per la spettacolarità dei match proposti, che dal punto di vista della partecipazione di un folto pubblico che ha gremito la palestra della Boxe Vesuviana di via Parini. Domenica pomeriggio, alcuni degli atleti dell’Associazione torrese si sono esibiti davanti ai propri amici e familiari contro pari pesi provenienti da altre Associazioni pugilistiche campane. Sia per la curiosità ma anche per la loro bravura a suscitare entusiasmo tra il pubblico presente sono state le ragazze del Team. L’infaticabile patron Lucio Zurlo ed il suo Team sono riusciti in un solo colpo a far esibire 4 delle 5 ragazze che attualmente tirano di pugni con i colori della Boxe Vesuviana. Chi ha entusiasmato per la sua boxe, fatta di millimetrica precisione, è stata Fiorella Varcaccio, 18 anni appena compiuti, che pratica con ottimo profitto l’ultimo anno di liceo Classico. La giovane atleta torrese ha sconfitto sulla distanza delle 4 riprese Martusciello della Boxe Giugliano, confermando tutto quello di buono si dice su di lei come rappresentante dello sport femminile. Ottima prova anche per la giovanissima Irma Testa, che al suo debutto ha addirittura vinto il confronto prima della fine delle 3 riprese previste contro la napoletana Maretta. Pareggi invece per Lucia Testa contro la casertana Ciaramella, a cui regalava diversi chilogrammi, che è stata condizionata un po’ dall’emozione; e per la veterana Mina Morano, alla ricerca della sua migliore condizione, che ha impattato contro Amato ripetendo il risultato di due settimane fa in casa dell’avversaria. Tra i maschi, vittoria di Donnarumma e sconfitte con grandi polemiche in sala per Giacchetti e Panciullo. RENATO BIAGIO ZURLO