A cura della Redazione
Open day al Liceo Artistico "de Chirico" di Torre Annunziata In occasione della manifestazione “Scuole Aperte 2012 – Open Day – Una scelta per il futuro”, promossa dal Liceo Artistico “G. de Chirico” di Torre Annunziata, l’intera cittadinanza, ed in particolare gli studenti delle scuole medie del territorio, è invitata ad effettuare una visita guidata giovedì 19 gennaio dalle ore 10,30 alle ore 17. Particolarmente ricco e vario il programma che prevede momenti espressivi più istituzionalmente didattici (esercitazioni e partecipazioni attive nei laboratori - linguistico, di pittura, di plastica, di prototipazione, di grafica, di arredamento e di cinema) ed altri più liberamente “creativi” (performance teatrale, estemporanea sinestesica musica-pittura, mostra fotografica, di arti figurative, di grafica; proiezione di cortometraggi e documentari prodotti dall’istituto; installazioni, interventi site-specific, graffitismo). Un ulteriore segnale della capacità del Liceo “de Chirico” di proporre, sempre con originalità, eventi ormai comuni a molte realtà scolastiche, ma capaci di divenire, nella realtà del Liceo Artistico, occasione per attivare circuiti culturali ed artistici volti a valorizzare quel capitale umano giovanile di cui, per tradizione millenaria, le nostre terre dispongono. Differenti e coinvolgenti, quindi, i percorsi espressivi proposti, che muovono dallo slancio soprattutto degli alunni, fondamentalmente allievi del proprio talento, in una sorta di “familismo morale”, che costituisce forse il segno più caratteristico dell’istituto, nel quale, grazie alle competenze professionali dei docenti, non disgiunte da generosità collaborativa e autentica e sentita passionalità didattica, sovente si impone un entusiasmo operativo capace di metter capo ad una dimensione di vita e produzione associata, quasi da novella virtuosa polis. In questo senso diventa paradigmatico l’esempio che proviene dal “de Chirico”, dove, l’iniziativa, l’entusiasmo progettuale, la volontà realizzativa, non di rado, partono dagli alunni, come ha dimostrato anche la recente settimana dell’arte studentesca interamente gestita dagli allievi. Perché tale è la vocazione del Liceo Artistico: non una scuola omologata ad una cultura solo nozionistica o funzionale a saperi condivisi solo per assuefazione, bensì una scuola intesa come luogo ed occasione non solo d’arte, ma anche di dibattito, ricerca, confronto, analisi, indagine per far crescere una coscienza critica che sappia leggere la realtà, interpretarla per maturare le capacità di intervenire su di essa. L’ennesima traduzione in termini di realtà del motto del Liceo Artistico “de Chirico”: “Il futuro ha un seme antico”, dove “il seme antico” non può che essere costituito da chi, per vocazione, presuppone il confidente avvenire. I giovani, appunto! COMUNICATO STAMPA