A cura della Redazione
Spolettificio, il Pd: «Salvaguardare occupazione e futuro» La visita allo Sta.Mi.Mu.Te. (Spolettificio) di Torre Annunziata da parte della delegazione istituzionale del Pd è stata molto utile e solleciterà un intenso lavoro, nelle prossime settimane, per salvaguardare i livelli occupazionali e il futuro produttivo dello stabilimento militare. I dati e lo scenario presentato dalla Direzione andranno verificati sulla base delle commesse che l´Amministrazione sarà capace di assicurare. Il Pd intanto, con il proprio gruppo parlamentare, si impegna a lavorare affinché vengano affrontate alcune questioni: • garanzia delle commesse nel campo del recupero dei mezzi della difesa, nel quadro di una rigorosa tutela ambientale del sito; • coordinamento con altri ministeri, a partire da quello dei Trasporti; • mantenimento della vocazione militare dello stabilimento con lavorazioni qualificate funzionali al controllo dell´efficienza degli armamenti; • processi costanti di qualificazione professionale del personale. Inoltre, si lavorerà affinché vi sia un’audizione delle rappresentanze sindacali presso la III Commissione “Attività produttive” del Consiglio regionale della Campania, al fine di determinare un serio impegno e un´adeguata consapevolezza dell´Istituzione regionale rispetto ad uno dei principali siti industriali della fascia vesuviana. Nel corso dell´incontro è, altresì, emersa l´ipotesi - avanzata dalla Fondazione Ras (Restorig Ancient Stabia) - di recuperare e ri/funzionalizzare una parte dello Spolettificio per creare un centro di documentazione e formazione sul sito Unesco. Il Pd ha preso atto, positivamente, della volontà espressa anche dalla direzione dello Stabilimento, di rendere operativa la proficua coesistenza tra area industriale e produttiva ed alcune attività tese a valorizzare il patrimonio di archeologia industriale nonché a creare alcune attività di formazione e di integrazione con il sito archeologico di Oplonti. Il Pd crede che anche su questo aspetto sia utile un approfondimento e una verifica attenta delle ipotesi progettuali. Il rischio è quello di avere un elenco di buone intenzioni che rimane sulla carta. Bisogna far sì che si definisca un tavolo vero ed efficace di lavoro per sciogliere alcuni nodi: risorse per le ristrutturazioni, modello di gestione e connessioni utili allo sviluppo delle capacità attrattive di Oplonti (nel quadro dei processi di valorizzazione del giacimento di Pompei, del Vesuvio e del mare), attivazione di strutture integrate con il sito archeologico. Per questo motivo il Pd si farà parte attiva presso il Governo nazionale e la Regione Campania affinché si attivi, al più presto, un tavolo istituzionale. Su questi temi il Pd, insieme al candidato Enzo Sica ed alle forze che hanno già sottoscritto l’orizzonte politico programmatico e la carta dei principi per il governo di Torre Annunziata, ascolterà le forze culturali e associative della città per arricchire ed integrare le proposte da avanzare nelle precitate sedi istituzionali. COMUNICATO