A cura della Redazione
L´assessore Tolino e il sottopasso della stazione di Torre Città Pubblichiamo un lungo comunicato a firma dell´assessore all´immagine del comune di Torre Annunziata Aldo Tolino dove viene utilizzato il termine "organi di stampa" al plurale. In realtà della vicenda del sottopassaggio della stazione ferroviaria di Torre Città si è interessato un solo giornale locale (e non è TorreSette). Il neo assessore Tolino, dunque, poteva tranquillamente indirizzare la sua nota esclusivamente a chi ha condotto una condivisibile quanto legittima battaglia. COMUNICATO Più volte organi di stampa locale hanno evidenziato una situazione di indecoroso stato del sottopassaggio della stazione ferroviaria di Torre Annunziata Città e a tal proposito l’Amministrazione Comunale intende ribadire alcuni punti essenziali per ristabilire la verità sul delicato argomento. Con Contratto n. rep. 576 del 26.5.2004 l’Amministrazione Comunale di Torre Annunziata ricevette in comodato d’uso dalla “Ferservizi spa” alcuni locali della Stazione Ferroviaria di Torre Città, per adibire un museo archeologico. Tra gli oneri a carico del Comune c’è la apertura e chiusura del cancello di accesso alla stazione da effettuare 30 minuti prima dell’arrivo del primo treno giornaliero e 30 minuti dopo la partenza dell’ultimo treno con fermata in detta stazione. Inoltre, sempre a carico del comodatario, c’è la pulizia dei marciapiedi e del sottopasso, assicurando gli stessi standard in atto prima della stipula del contratto, cioè pulizia giornaliera di base ed una pulizia radicale una volta al mese. Le Ferrovie dello Stato si impegnavano tra l’altro ad assicurare, oltre alle ispezioni programmate nell’ambito delle proprie attività di istituto, anche tempestivi interventi con propri agenti in caso di segnalazioni di potenziale pericolosità. Tanto premesso ci sono da fare alcune quante doverose precisazioni: L’Amministrazione di Torre Annunziata, al fine di garantire la pulizia ordinaria e straordinaria del sottopasso e marciapiedi antistanti, considerato che né il Sindaco, né l’Assessore prof. Maria Elefante sono esperti netturbini, come fanno intendere ai cittadini questi organi di stampa, stipulò con la società “Oplonti Multiservizi” (società partecipata comunale, ma con autonomia economica e gestionale propria) il contratto n. 796 del 13.7.07 per onorare il dettato contrattuale ed in cui è disciplinata la pulizia di cui sopra (cfr art.2 comma P). Quindi se c‘è inadempienza, che giustamente viene addebitata alla Amministrazione con la lettera di diffida prot. 11/P/2011/0001236 del 6/7/11 a firma del dr Massimo Iorani, è da ricercare nella mancata ottemperanza alle direttive impartite e, pertanto, questa Amministrazione sta attentamente vagliando questa situazione onde risolvere definitivamente questo inconveniente, che offende il decoro e l’immagine della nostra Città. C’e’ però da aggiungere, e questo forse sfugge ad alcuni organi di stampa, anche se ripetutamente ritornano su questo argomento, che questa Amministrazione, dopo anni di sole parole, ha concluso la gara di appalto per iniziare i lavori per la definitiva sistemazione della Stazione. Purtroppo però i lavori non sono ancora iniziati, la ditta vincitrice della gara è pronta, ma si attende da alcuni mesi la visita dei responsabili della FerServizi spa, in quanto per mettere in sicurezza i locali da adibire a museo ed effettuare la relativa bonifica e messa in sicurezza, ci sono da sgombrare alcuni cantinati abusivamente occupati con materiali non ben definiti. Fermo restando, quindi, che è nostro comune interesse salvaguardare il decoro e l’immagine della nostra città, che siamo sempre aperti e disponibili a critiche costruttive nell’interesse dei cittadini, ribadiamo con forza che tutti gli adempimenti di nostra competenza saranno adottati al più presto per ricercare eventuali responsabilità in merito. Intanto rinnoviamo l’appello a chi preposto di verificare quanto su esposto e che diventa ostacolo di fatto all’inizio dei lavori. Pertanto laddove si ravvisassero le condizioni il Comune di Torre Annunziata procederà a diffidare per inadempienza contrattuale la Oplonti Multiservizi per la mancata pulizia e le Ferservizi spa per gli adempimenti di loro competenza e che di fatto impediscono l’insediamento del cantiere. La ditta attende di iniziare i lavori, la Città attende il suo sito Museale. A titolo di cronaca già alcuni giorni prima della notizia uscita sulla stampa il sottopasso è stato ripulito. L´assessore dott. Aldo Tolino