A cura della Redazione
Oplonti Volley, questa sera verrà ricordato Giovanni Gurgone Purtroppo la richiesta di spostamento della gara casalinga contro il Lucera presentata dall’Oplonti è stata respinta dalla Federazione Italiana Pallavolo. Neanche di fronte alla tragica scomparsa di Giovanni che, ricordiamo, era il Vice Presidente della nostra Associazione, la complessa macchina organizzativa di un campionato nazionale si è potuta arrestare. Per cui si dovrà giocare. E si giocherà sicuramente in un clima surreale a causa della inaccettabile assenza di Giovanni. Lui era un protagonista fondamentale di ogni partita. A cominciare dal rito della presentazione delle squadre che iniziava, puntualissimo come un orologio svizzero, dieci minuti prima delle 19. Per proseguire con il suo personalissimo annuncio dello starting six delle due squadre, intervallato dal suo ormai mitico, quasi tenorile acuto “OOOOplontiiiiiii!!!!!!!!!!” che dava una carica indescrivibile a tutti i presenti, giocatori e tifosi. E poi le sue coinvolgenti e bellissime telecronache insieme ad Ilaria Arpaia che erano diventate ormai un “cult” per tutti gli appassionati di volley e per i suoi tanti personali estimatori. Per concludere poi con le interviste di fine gara, che Lui amava tantissimo e che tanti riscontri positivi stavano riscuotendo. Lui tutto questo lo preparava con lo stesso entusiasmo e professionalità con cui un atleta si prepara alla partita. Curava ogni minimo dettaglio, non lasciava mai nulla al caso. Si documentava sugli avversari, preparava le sue statistiche, si allenava guardando le telecronache delle partite di pallavolo di Serie A, raccoglieva tanti dati per far sì che ogni sua telecronaca non fosse mai anonima o scontata. Sapeva bene che dal Gurga tutti si aspettavano sempre quel qualcosa in più, quella frase ad effetto ricca di enfasi e dipinta come solo Lui sapeva fare. E Lui ci sorprendeva sempre, ogni volta, puntualmente! Si divertiva tantissimo a fare tutto ciò. Era felice, felicissimo di poter offrire a tutti gli appassionati di volley quello che Lui definiva un servizio unico ed originale. Tutti noi addetti ai lavori dell’ Oplonti abbiamo imparato da Lui che anche nel divertimento bisogna avere un approccio meticoloso e professionale se si vogliono fare le cose per bene e raggiungere dei risultati importanti. E’ anche grazie a Lui e ai suoi insegnamenti se siamo riusciti nella scorsa stagione a raggiungere il sogno, neanche mai lontanamente ipotizzato prima, di portare il volley maschile torrese in un panorama nazionale e, quest’anno, di trovarci ad un passo dalla permanenza nella categoria. Questo per Lui era motivo di grande gioia ed orgoglio, perché era riuscito a raggiungere un risultato prestigioso per la sua amata Torre Annunziata e soprattutto in quello sport, la pallavolo, che era la sua immensa passione. Aveva trascorso la sua troppo breve esistenza in palestra, a divertirsi e a far divertire tanti e tanti giovani, tante generazioni . E proprio in palestra l’Onnipotente ha voluto richiamarlo a Sé. Oggi Giovanni avrebbe dovuto essere lì, in palestra, nelle vesti di speaker e telecronista a regalarci ancora emozioni e sorrisi come solo lui sapeva fare. Noi gli tributeremo un saluto prima dell’inizio della gara odierna con un minuto di raccoglimento e depositando un mazzo di fiori sul suo banchetto da cui conduceva la telecronaca. Per cui invitiamo tutti quelli che lo conoscevano ad essere presenti e ad omaggiarlo insieme a noi. Vi aspettiamo, quindi, stasera 12 marzo alle ore 18.30 presso la palestra comunale Palaoplonti di via Bottaro, presso i nuovi uffici comunali di Torre Annunziata. Giovanni ci ha lasciato ma resterà sempre con noi, nei nostri cuori e noi dell’Oplonti faremo in modo che il suo nome continui a vivere a lungo proseguendo lungo la strada che Giovanni aveva finora sapientemente tracciato. Porteremo avanti le attività di informazione e divulgazione in cui Giovanni credeva fortemente e cercheremo di realizzare tutte le brillanti idee che aveva in cantiere e che non ha avuto la possibilità di tramutare in realtà. Pensiamo che questa sia la sua volontà. Lui sarà la nostra guida dall’alto e il suo ricordo resterà sempre vivo in mezzo a noi. Comunicato della società Oplonti Volley