A cura della Redazione
Protesta senza sosta contro l´apertura della discarica Siamo oramai giunti ad una settimana di proteste. Quella di stanotte tutto sommato è stata una nottata tranquilla, trascorsa come al solito dal gruppo dei manifestanti in lotta contro il paventarsi dell´apertura della discarica di Cava Vitiello. La giornata di ieri si è aperta con la visita a sorpresa dell´on. D´Alema, avvenuta nel tardo pomeriggio presso la sede municipale del comune di Boscotrecase, dove il parlamentare ha incontrato gli esponenti politici dei quattro comuni in lotta. La presenza diretta di un membro della Camera dei deputati dal calibro di D’Alema, fa sperare che la questione possa giungere tra i banchi di Montecitorio. In serata, l´incontro programmato tra i sindaci dei quattro comuni, più quelli di Torre Annunziata e Pompei, presenti al richiamo dei vicini, è saltato in quanto sono mancati i sindaci di Terzigno e Boscoreale. Comunque sia, la folla ha potuto ascoltare gli esponenti politici presenti che a turno hanno preso la parola ed hanno informato i manifestanti di ciò che stava avvenendo e delle prossime iniziative, tra le quali non si esclude l´organizzazione di un convoglio per spostare il fronte della protesta nella Capitale. Intanto proseguono i cortei dimostrativi. Questa volta è toccato alla vicina cittadina di Terzigno, i cui manifestanti, qualche migliaio, hanno percorso tutta la via Zabatta, fino a ricongiungersi con quelli presenti alla rotonda Panoramica. Qui ci sono stati comizi da parte dei vari gruppi in lotta presenti, tra i quali quelli di Chiaiano, Serre e Ponticelli, che hanno espresso il loro dissenso nei confronti del Governo e la loro solidarietà verso i popoli vesuviani. V.M.