A cura della Redazione
Festeggiamenti del 22 Ottobre, la prima riunione Stamane, presso le stanze dell’orfanotrofio della Basilica dell’Ave Gratia Plena di Torre Annunziata, si è tenuta la prima riunione mirata all’organizzazione delle celebrazioni religiose e civili in occasione della festa cittadina del 22 Ottobre prossimo. All’appello di mons. Raffaele Russo, parroco Rettore della Basilica della Madonna della Neve, e presidente del Comitato dei festeggiamenti, hanno risposto e sono intervenuti, oltre ai parroci delle parrocchie presenti sull’intero territorio torrese i rappresentanti dell’amministrazione comunale, l’assessore alla Cultura, Giuseppe Raiola e l´assessore al Commercio e alle Attività Produttive, Mario Conte. Il tema principale trattato in questo primo incontro è stato centrato sul rispetto dell’ordine pubblico durante le celebrazioni religiose. Punto di discussione, esposto da mons. Russo, è quello di fare opera di convincimento nei confronti della popolazione di evitare di porre per strada le batterie dei fuochi che molto spesso, come accaduto negli anni passati, intralciano il percorso della processione e soprattutto possono rappresentare un pericolo per la folla assiepata ai lati della sede stradale. Con ciò, viste e considerate la carenza di personale richiesto e necessario per il rispetto dell’ordine pubblico e la creazione di un cordone di sicurezza per far sì che la folla non intralci il proseguio della processione commemorativa, si è proposto, con l’approvazione dell’assessorato alla Cultura, l’istituzione di un corpo volontario, o meglio uno “staff di ordine pubblico”, che possa coaudiuvare la protezione civile e gli altri organi che si occupano di ordine pubblico durante i giorni dei festeggiamenti. Lo stesso Assessorato alla Cultura si impegnerà ad affinare la proposta e la sua divulgazione alla popolazione tramite dei pubblici avvisi che a giorni dovrebbero essere affissi per le vie cittadine, affinché i giovani torresi, purchè maggiorenni, possano dare la loro adesione ed essere coinvolti in questa sentita ricorrenza in nome della Madonna della Neve. v. m.