A cura della Redazione
Circolo cittadino di SEL, i vertici regionali contro Andrea Fiorillo Pubblichiamo i comunicati pervenuti in redazione a firma di Ciro Passeggia, componente dell´Assemblea regionale di Sinistra Ecologia e Libertà, e Cinzia Russo. Le note, aventi ad oggetto l´apertura di un circolo cittadino di SEL, testimoniano lo scontro in atto tra il consigliere comunale dissidente Andrea Fiorillo e la linea ufficiale del partito. Una diatriba che si è aperta con il sostegno dello stesso Fiorillo alla nuova giunta di centrodestra varata dal sindaco Giosuè Starita. In base al Regolamento Nazionale di SEL, la costituzione di un circolo territoriale deve essere necessariamente ratificata dall’Ufficio Nazionale dell’Organizzazione di Roma, previo accordo con i coordinamenti provinciali. Tutto ciò a Torre Annunziata non è mai avvenuto per cui l’arbitraria costituzione del circolo da parte di Andrea Fiorillo con la conseguente apposizione del simbolo fuori tale sede costituisce un abuso che noi auspichiamo sia, al più presto, inibito e sanzionato dal partito. La cosa ancor più grave è che Fiorillo ha costituito questa sede presso il suo Centro Servizi che funge da punto di raccolta per il patronato ACLI. Ancora una volta, quindi, Andrea Fiorillo ed un piccolo gruppo di suoi seguaci utilizza impropriamente SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’ per finalità e scopi mai legittimati dal partito. Ciro Passeggia Componente dell’Assemblea Regionale di SINISTRA ECOLOGIA E LIBERTA’ Con sconcerto scopro che SEL a Torre Annunziata ha un circolo territoriale, ed io non ne sapevo nulla. Con maggiore stupore scopro che è nel Centro Servizi Fiorillo, anche sede di Patronato ACLI… e anche sede di SEL? Oddio che pasticcio. E’ vero, fino a qualche tempo fa, prima che Fiorillo decidesse di essere nell’attuale Giunta e di muoversi autonomamente rispetto al documento politico dei partiti del centrosinistra da lui stesso sottoscritto insieme a Manna, quello era il luogo informale delle riunioni politiche ed organizzative di SEL, e lo sarebbe stato almeno fino a quando non ci fosse stata la possibilità di costituire una sede ufficiale con tanto di autorizzazioni e di accordo tra gli iscritti. Sicuramente non sarebbe stato quello il luogo ideale, troppo identificato con Andrea Fiorillo e la sua attività. Che Fiorillo voglia fare politica nella sua “casa”, libero di fare (anche se non mi sembra corretto approfittare di un patronato per fare politica, mi ricorda la “politica” come si fa su Rete 4), ma assolutamente non mi sembra il caso di mettere una insegna di SEL all’ingresso indicando quel luogo come circolo territoriale. Quest’ ultima iniziativa, che ovviamente non condivido, non è stata assolutamente discussa o resa nota agli altri iscritti a SEL, tra cui la sottoscritta, come MAI sono state discusse o condivise le dichiarazioni politiche di Fiorillo e di Manna che spesso leggiamo sulla stampa locale. Non mi piace e non mi è mai piaciuto questo tipo di politica. Quello che accade mi sembra come un chiudere la porta a quanti vicini a SEL si riconoscono politicamente in questo progetto politico ma non si trovano d’accordo con la linea politica di Fiorillo. E sicuramente non sono questi i principi di democrazia che SEL promuove e sostiene. Cinzia Russo Sinistra Ecologia e Libertà