A cura della Redazione
Avviso di chiusura indagini per il dirigente dell´Ufficio Tecnico I pubblici ministeri della Procura della Repubblica di Napoli, Alessandro Milita e Giuseppe Narducci, hanno inviato a sei persone la chiusura delle indagini relative all´inchiesta sui rifiuti nell´area nord di Napoli. Tra queste, figura l´ing. Bruno Orrico (foto), all´epoca dei fatti funzionario del Commissariato per l´emergenza rifiuti in Campania. Orrico è, attualmente, dirigente dell´Ufficio Tecnico del comune di Torre Annunziata. E´ stato scelto dal sindaco Giosuè Starita per ricoprire l´incarico a seguito delle dimissioni dell´ing. Ciro Cusano. La nomina di Orrico a capo dell´UTC, avvenuta la scorso giugno, suscitò diverse polemiche relative proprio al suo coinvolgimento nell´inchiesta napoletana. Furono i partiti del centrosinistra, Pd, Italia dei Valori e Comunisti Italiani-FdS, a porre l´accento sulla inopportunità della nomina, dal momento che Orrico, sebbene non ancora sottoposto e giudizio, era stato comunque coinvolto in un´inchiesta della magistratura. Sulla vicenda interviene ora anche il coordinatore cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà, Massimo Manna: "La notizia dell’avviso di conclusione delle indagini a carico del responsabile dell’UTC di Torre Annunziata, nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione illecita del ciclo dei rifiuti, sicuramente desta preoccupazione, ma va analizzata serenamente, senza la lente deformante del moralismo a orologeria, che ha parecchi proseliti in città - ha sottolineato Manna in un comunicato -. Riteniamo che se va garantita l’effettività della presunzione di non colpevolezza, allo stesso tempo bisogna sgombrare il campo da ogni ambiguità e da polemiche strumentali. L’attuale Responsabile dell’UTC è unanimemente riconosciuto un dirigente di grande professionalità e competenza e, non a caso, è tutt’ora consulente della Prefettura di Napoli. SEL - conclude Manna - è assolutamente garantista, ma laddove si giungesse ad un rinvio a giudizio riteniamo che sarebbe inevitabile un’assunzione di responsabilità sia del sindaco che dello stesso dirigente".