A cura della Redazione
Scontro interno a Sinistra e Libertà: Passeggia smentisce Manna Come era facile prevedere, il comunicato del portavoce di Sinistra, Ecologia e Libertà di Torre Annuziata Massimo Manna, ha suscitato la replica immediata dell´altra sensibilità del partito, quella che fa capo al consigliere Luigi Monaco. A scrivere, questa volta è Ciro Passeggia (nella foto), componente assemblea regionale SEL. Ecco il testo della lettera: Egregio Direttore, ancora una volta sono costretto a leggere le allucinanti dichiarazioni di un autodichiaratosi portavoce di Sinistra Ecologia e Libertà che alterano strumentalmente la linea politica che SEL ha assunto a Torre Annunziata. Tanto posso affermare in quanto sono componente dell’assemblea regionale del partito e membro della delegazione che, per conto di Sinistra e Libertà, ha partecipato a tutti gli interpartitici del centrosinistra svoltisi presso la sede cittadina del PD in questi ultimi mesi. La situazione è, in sintesi, la seguente: SEL fin dal gennaio di quest’anno, pur essendo forza di opposizione, unitamente alla Federazione di Sinistra, ha elaborato un documento politico che sostanzialmente prevede il rilancio dell’azione amministrativa attraverso l’attuazione di una serie di punti programmatici di fine consiliatura, l’azzeramento della giunta ed una sua sostanziale rimodulazione. Tali punti sono stati integralmente accettati dalle forze politiche del centrosinistra presenti a Torre Annunziata ad eccezione dell’API che ha boicottato tale tavolo politico preferendo lavorare ad una ipotesi alternativa di governo che prevede anche la presenza di partiti di centrodestra come NOI SUD. In data 22 giugno si perviene, quindi, alla redazione di un documento politico definitivo del centrosinistra che prevede anche la formazione di una Giunta tecnica di alto livello e di area, con massima libertà da parte del Sindaco di inserirvi le migliori personalità che egli ritenga di individuare nella società torrese. Tale documento viene anche sottoscritto, per Sinistra Ecologia e Libertà, dal consigliere Andrea Fiorillo che è stato fra i proponenti della predetta Giunta tecnica. Presenti al tavolo per SEL anche il sottoscritto, il consigliere Luigi Monaco, Cinzia Russo e Massimo Manna. Purtroppo, dopo meno di ventiquattro ore, il consigliere Andrea Fiorillo, rinnegando pubblicamente e con dichiarazioni alla stampa ciò che egli stesso aveva sottoscritto appena il giorno prima, va a sedersi al tavolo politico opposto andando a patteggiare per se o per persona di sua fiducia (forse lo stesso Massimo Manna) un assessorato con deleghe di particolare importanza. Tale condotta ha creato notevole imbarazzo non solo nella politica torrese ma anche a livello regionale, tant’è che il coordinatore regionale di SEL on.le Giuseppe De Cristofaro è stato costretto a ribadire testualmente che “per SEL è incompatibile qualsiasi rapporto, relazione ed alleanza con Noi Sud – lista elettorale di diretta filiazione del PdL - e che qualsiasi posizione, proposta e valutazione diversa da quella qui rappresentata è estranea a Sinistra, Ecologia e Libertà ed impegna esclusivamente chi se ne fa portavoce con le conseguenziali dinamiche che tali radicali divergenze innescheranno”. Ecco perché Massimo Manna, insieme ad Andrea Fiorillo che continua ancora imperterrito a partecipare a tutte le riunioni del fronte di centrodestra, sono palesemente fuori dalla linea politica del partito e non legittimati a rappresentare alcunché. Risibile risulta anche l’enfasi con la quale Manna parla della decisione da loro assunta che sarebbe avallata dalla “maggioranza assoluta del partito”: una maggioranza formata in tutto da tre componenti di un organismo provvisorio delegittimato dallo stesso regolamento di partito. In definitiva non posso che constatare amaramente che Andrea Fiorillo, che pur conosco da moltissimi anni e che, in passato, ho politicamente stimato, è stato capace, con questo suo atteggiamento, di vanificare tutta la sua storia di uomo di sinistra. Io e tanti altri compagni, però, non consentiremo che egli e qualche suo interessato scudiero, con tale condotta, lancino discredito su un intero partito. Se sono a caccia di una poltrona, vadano a cercarsela a titolo personale, se ci riescono. Sinistra Ecologia e Libertà, attenta com´è alla tutela dei diritti delle fasce sociali più deboli, sicuramente non li seguirà in questo autentico mercato della politica che nulla ha a che fare con la soluzione dei problemi reali della gente. Ciro Passeggia (Componente assemblea regionale SEL)