A cura della Redazione
Ammendola (Pd): «Le dichiarazioni di Donadio preoccupano» Pubblichiamo la nota fattaci pervenire dal consigliere comunale del Partito Democratico, Luigi Ammendola (foto), ed indirizzata al segretario regionale, Enzo Amendola, al sindaco Giosuè Starita, al segretario cittadino, Francesco Porcelli, e al capogruppo consiliare del Pd, Francesco Donadio, dal quale lo stesso Ammendola prende le distanze Le dichiarazioni e le scelte preannunciate dal consigliere Francesco Donadio, rese nel corso della conferenza stampa organizzata dai partiti di centro (API) e di centrodestra (Noi Sud), suscitano amarezza e preoccupazione. Il sottoscritto Luigi Ammendola, anche a nome dei consiglieri del PD Pietro Lucibelli, Ciro Portoghese, Giuseppe Raiola, Aldo Ruggiero e Pierpaolo Telese, intende rappresentare quanto segue: 1) piena solidarietà al segretario del partito Francesco Porcelli, eletto all’unanimità, alla presenza del segretario regionale Amendola, sulla base della volontà di dotare l’organizzazione di una direzione autorevole ed efficace. Il segretario, durante il suo intervento al Congresso, ha indicato, in modo trasparente, la linea politica sulla quale intendeva muoversi e questo impedisce qualsiasi equivoco: il sostegno unanime non è avvenuto al “buio” ma sulla base dell’esposizione chiara di un’analisi e di una prospettiva; 2) prendere “le distanze dal PD” è un’affermazione grave che svela propositi inquietanti. L’appello mio, e degli altri consiglieri, auspica la ricomposizione del gruppo del Pd per rilanciare l’azione dell’Amministrazione, del centrosinistra, del partito e del gruppo medesimo; 3) siamo contrari allo scioglimento anticipato del Consiglio Comunale perché privare la città della sua guida amministrativa in questo particolare e delicato momento di battaglia ai poteri criminali sarebbe irresponsabile; 4) i risultati elettorali rivelano la debolezza attuale del centrosinistra che è minoranza nel corpo elettorale. I 24 punti in meno (dal 70 al 46 %) registrati alle Regionali rispetto alle Comunali dovrebbero spingere tutti a riflettere sulle ragioni di questo calo. Il centrosinistra deve accrescere la sua forza programmatica ed elettorale, come abbiamo detto nel documento approvato dal Coordinamento cittadino il 16 aprile u.s.. I due anni che ci separano dalla fine del mandato dovranno servire anche per mettere in campo questo lavoro insieme a IdV, S&L, PRC, PdCI, ed API, mantenendo un corretto rapporto con il centrodestra e sviluppando un confronto con l’UDC; 5) una nuova etica della politica presuppone il rispetto della volontà degli elettori e la costruzione del consenso nel corpo elettorale (e non nelle assemblee elettive). Il sostegno nelle assemblee elettive da parte di chi si è collocato diversamente nella competizione può essere solo aggiuntivo (e sugli atti) e non prefigurare, invece, responsabilità dirette nell’azione di governo. Affinché la politica recuperi credibilità bisogna ripristinare regole certe, soprattutto se nel passato sono stati commessi analoghi errori. Perseverare sarebbe illogico ed autolesionista; 6) il gruppo consiliare - composto da 11 eletti - si è già riunito nella sua interezza alla presenza del Segretario e dello stesso consigliere Donadio. Peraltro, appare ai limiti della comicità la considerazione sulla adesione dei consiglieri Portoghese e Telese al gruppo PD. Portoghese è stato candidato con Starita alle primarie del 2008 per l’Assemblea regionale ed è tra i primi dei non eletti all’Assemblea nazionale del PD (primarie 2009) mentre Telese, alla luce delle decisioni dell’ultima Direzione regionale, è membro dell’Assemblea regionale. Alla luce di ciò, mi permetto di esprimere, anche a nome degli altri consiglieri del Pd, un ulteriore appello alla responsabilità chiedendo innanzitutto al Segretario ed al Sindaco di operare nei confronti degli amici e dei compagni consiglieri del PD affinché essi si adoperino, di concerto con l’intero partito, per l’affermazione della linea adottata dagli organismi dirigenti, per evitare tensioni, per rilanciare il lavoro del Sindaco stesso e dell’Amministrazione Comunale. Il consigliere comunale Luigi Ammendola