A cura della Redazione
Il Codacons si unisce alla protesta della classe forense olpontina Il coordinamento delle associazioni a tutela dell’ambiente dei consumatori e degli utenti esprime la propria adesione oltre che il proprio favorevolissimo parere in relazione alla astensione ed alla consequenziale protesta contro, e non solo, le disfunzioni strutturali che investono la giustizia nel Foro di Torre Annunziata, in particolar modo il mancato completamento della cittadella giudiziaria, che vede impegnati in questi giorni gli avvocati del foro di torre annunziata, ed in particolar modo in prima linea il Consiglio dell’Ordine. L’Avvocato Nicola Donadio – Presidente Codacons Torre Annunziata Onlus- ci tiene a precisare: “Siamo vicini ed ha tutta la nostra approvazione la protesta dei colleghi volta a mettere fine a quella che è ormai una situazione di inaccettabile disagio per un foro, quale quello torrese, che è fra i più attivi d’Italia. Ci tengo a sottolineare, inoltre, che siamo ancora in attesa che vengano ultimati i lavori della cittadella giudiziaria iniziati ormai troppo tempo or sono, struttura che avrebbe e che di sicuro contribuirà in modo notevole al miglioramento dell’efficienza degli uffici giudiziari torresi oltre che della pratica forense tutta. Non dimentichiamo, poi, che siamo di fronte all’ennesimo spreco di soldi di noi contribuenti per un’opera pubblica iniziata e mai portata a termine. In pratica gli utenti ancora una volta sono coloro che ci rimettono in misura maggiore, in quanto da un lato si vedono contribuire per opere mai ultimate, ed altresì privi di strutture adeguate per la difesa dei loro diritti ahimè quotidianamente bistrattati. Una carenza questa che viene sottolineata, altresì, nel Libro Bianco sulle disfunzioni della Giustizia dell’Associazione Magistrati senza che lo Stato abbia dato risposte adeguate in merito”. Decisa, anche, l’opinione in merito dell’avvocato Ivo Varcaccio Garofalo, presidente Codacons Boscotrecase Onlus, già coordinatore dell’ufficio legale locale del Codacons. ”Oltre ad aver aderito all’astensione proclamata dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torre Annunziata – afferma -, parteciperemo alla fiaccolata organizzata per il 6 aprile per sottolineare la situazione di notevole disagio vissuta da Noi avvocati, dai magistrati togati ed onorari, dal personale tutto, che non riusciamo ad attendere in maniera serena il nostro fondamentale quanto delicato ruolo istituzional - sociale, dovendo prima ancora lottare contro le evidenti quanto problematiche disfunzioni non solo strutturali, che caratterizzano ormai da troppo tempo i nostri plessi giudiziari. Ecco perché esprimo tutto il mio personalissimo apprezzamento, oltre che ovviamente quello degli utenti da noi rappresentati, all’opera del Consiglio dell’Ordine volta ad evidenziare e a trovare una volta per tutte la soluzione a questo problema che definire increscioso sarebbe eufemistico”.