A cura della Redazione
Barbara Gilbo: buona la "prima". Questa sera in duetto con Massimo Ranieri Ore piccole per i torresi cha hanno atteso davanti alla tv per assistere all´esibizione di Barbara Gilbo (nella foto). Infatti, era già trascorsa la mezzanotte quando la cantautrice torrese si è esibita sul palco del teatro Ariston di Sanremo con la canzone "Che ne sai di me". Accolta dalle note di "Let the sunshine in", tratta dal musical "Hair", e dalla presentazione di Massimo Ranieri, suo "padrino", che ha definito la sua voce "duttile e fascinosa", la Gilbo si è presentata sul prestigioso palcoscenico con un abito davvero sexy, come ha sottolineato lo stesso Bonolis. Un´esibizione di circa cinque minuti che ha riscosso successo tra il pubblico che ha assistito alla seconda serata del 59esimo Festival della Canzone italiana. Superata l´emozione per la "prima", Barbara canterà questa sera, nella categoria “Nuove Proposte", accompagnata in duetto da Massimo Ranieri, che trionfò a Sanremo con il brano "Perdere l´amore" nel 1988. Ma a Sanremo la nostra città è rappresentata anche da Umberto Iervolino, direttore d´orchestra oramai veterano della kermesse e Paolo Forestiero, parrucchiere che quest´anno debutta all´Ariston e al quale sono state "affidate" le chiome di Paolo Bonolis, dei Gemelli Diversi e Cristiano Malgioglio. La scheda di Barbara Gilbo Barbara Gilbo è una cantautrice che esprime, attraverso testi ed interpretazioni particolarmente personali, un insieme di emozioni tipiche della “new generation”. Nasce a Torre Annunziata, ma matura nel panorama musicale romano. Ha desiderato cantare e comporre già da molto piccola, senza però mai trascurare gli studi. Nel 94/95 partecipa all’ultima edizione di “Non è la Rai”; a questa seguono altre esperienze televisive : “Casa Castagna”, “Beato tra le donne” (condotto da Paolo Bonolis), “Furore” (condotto da Alessandro Greco) ed altri programmi. Contemporaneamente al percorso televisivo, Barbara segue corsi di canto e musica. Nel 1999 decide di abbondare la tv per dedicarsi ad un progetto del produttore Maurizio Carta il cui fine è quello di creare una band composta di sole donne: in quest’occasione conosce Giorgia Iacuessa, musicista e chitarrista, e con lei da il via ad un sodalizio professionale che l’aiuterà a crescere ed a credere ancora di più nella carriera che ha voluto intraprendere. Intanto si esibisce in vari locali della capitale. Nel 2001 l’incontro con Fabrizio Federighi e Giancarlo Bigazzi - ´il grande maestro´ - come lo ama chiamare Barbara - la porta in Toscana ed entra a far parte del loro entourage. Nel 2004 la CNI music propone quattro brani della cantautrice in un ep dal titolo “SAMPLES” in vendita online. L’ incontro con Bigazzi è stato determinante e il poter avere Massimo Ranieri come “padrino” a Sanremo è un po’ come riprendere la storia iniziata tanti anni fa. Giancarlo Bigazzi, infatti, è stato uno degli autori delle prime e più importanti canzoni del “canta-attore” napoletano. Per vedere l´esibizione di Barbara Gilbo, vai alla home oppure nella sezione Video del sito