A cura della Redazione
Di Paolo e il trasferimento degli uffici comunali a Rovigliano Il consigliere comunale del PdL, Gennaro Di Paolo (nella foto), chiama all´adunata i cittadini ed i commercianti torresi, organizzando un´assemblea pubblica per protestare contro il trasferimento degli uffici pubblici a Rovigliano. L´appuntamento è per venerdì 20 febbraio alle ore 16 in piazza Nicotera (piazza Ferrovia). ""Se l´Amministrazione comunale - scrive Di Paolo nel volantino che pubblicizza la manifestazione - vuole trasferire gli uffici pubblici a Rovigliano, assesterà veramente il colpo di grazia alla città intera". Il geometra spiega, poi, le motivazioni per le quali sarebbe contrario al provvedimento. "Il trasferimento non è provvisorio ma definitivo - dice Di Paolo -. Questo significa che il nostro Municipio, nonstante un costosissimo restauro, continuerà a restare inspiegabilmente chiuso a tempo indefinito e lasciato ad un nuovo degrado. Inoltre, lo spostamento degli uffici - scrive ancora il consigliere comunale - porterà un´ulteriore desertificazione anche in piazza Cesàro. Infatti, se non si trova prima e subito il modo di far rivivere i locali dell´ex ospedale civile, la desertificazione della stessa piazza Cesàro avanzerà e si salderà rapidamente al disastro della zona sud e di piazza Ferrovia da dove, voglio ricordare, saranno trasferiti anche i vigili urbani". Inoltre, conclude Di Paolo "il trasferimento renderà la vita molto più difficile in tutta la città, Rovigliano compresa. Infatti - prosegue l´esponente del centrodestra - ogni giorno una massa enorme di persone sarà costretta ad andare avanti e indietro, tra incroci infernali e passaggi a livello, con imprevedibili e incalcolabili perdite di tempo". Una battaglia, dunque, che Di Paolo vuole condurre chiamando a raccolta i commercianti ed i cittadini torresi, "senza sigle di parte e nessuna divisione".