A cura della Redazione
Ospedali bocciati dai Nas, si salva quello di Boscotrecase L´ospedale di Boscotrecase S. Anna - Madonna della Neve esce indenne dall´ispezione dei carabinieri dei Nas, svoltasi giovedì in ventisette strutture tra Napoli e provincia. Diverse le irregolarità emerse in diversi ospedali dopo i controlli dei militari per delle verifiche volute dal ministro della sanità Livia Turco. Ma per l´ospedale vesuviano nulla da eccepire: è il numero uno nella classifica delle strutture dell´azienda sanitaria locale. "La nostra struttura parte dal vantaggio che è nuova e concepita secondo le indicazioni della legge -afferma il direttore sanitario Ugo Esposito -. Inoltre ci avvaliamo dell´esperienza consolidata degli operatori nelle diverse unità, il che ha consentito l´acquisizione di tecnologie all´avanguardia". Inaugurato nel 2006, l´ospedale di Boscotrecase è stato per oltre 40 anni al centro di feroci polemiche politiche ed amministrative. I lavori per la sua costruzione furono avviati nel lontano 1965, interrotti nel 1972, ripresi nel 1984, di nuovo interrotti e poi ripresi. Nel 2002 l´ultimo stop prima dell´inaugurazione nel 2006.